Altaroma. Palazzo Brancaccio è il set della Roma fashion week

Altaroma. Palazzo Brancaccio è il set della Roma fashion week

In programma dal 15 al 17 settembre, la settimana della moda romana svela la nuova location
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Roma – Palazzo Brancaccio è la nuova sede della Roma Fashion Week, promossa da Altaroma e in programma dal 15 al 17 settembre 2020.

«Una location prestigiosa – spiega Adriano Franchi – che ci consentirà di contenere e controllare al meglio il flusso dei partecipanti».

La settimana della moda di Roma si è definita negli anni per la sua vocazione verso la ricerca e il sostegno dei giovani designer, degli outsider della moda, delle realtà indipendenti che nutrono e danno linfa al sistema del fashion italiano e internazionale. Senza tralasciare però il forte legame con l’alta artigianalità e l’alta sartoria. Questo dialogo si rinnoverà nei suggestivi luoghi di Spazio Field e nei Saloni dello storico palazzo che sovrasta colle Oppio, e che è di fatto l’ultima dimora patrizia costruita all’interno delle antiche mura aureliane che circondavano la città di Roma.

«Questa edizione – aggiunge il direttore generale di Altaroma – è stata pensata sin dall’inizio con la precisa volontà di essere un simbolo, per rafforzare ancora di più il nostro legame con l’imprenditoria più giovane e la città di Roma. Il valore del Made in Italy e l’indotto che porta il sistema della moda sul territorio (e non) devono restare saldi.».

La manifestazione sarà inoltre a disposizione su una piattaforma digitale – altaromadigitalrunway.it – per favorire la partecipazione di tutti coloro che vorranno interagire e raccontare la tre giorni. Una soluzione che abbraccia le esigenze legate all’emergenza sanitaria che stiamo vivendo, permettendo la partecipazione in simultanea di chi non potrà viaggiare, e che incontra finalmente il desiderio di tutti coloro che non vogliono rinunciare all’opportunità di entrare in contatto con gli addetti ai lavori.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it