Abbiamo controllato l'integrità del preservativo riempendolo d'acqua. 

Abbiamo controllato l’integrità del preservativo riempendolo d’acqua…

Vorrei togliermi questo dubbio, ho fatto l’amore con il mio ragazzo, e lui ha indossato il profilattico dall’inizio alla fine senza toglierlo mai. 
In più prima di venire è uscito ed ha eiaculato nel profilattico dopo venti secondi tramite masturbazione.
In più abbiamo controllato l’integrità riempendolo dell’acqua e strizzandolo. 
Ma secondo voi facendo cosi rischiamo qualcosa? Rischiamo una gravidanza indesiderata lo stesso? 
Lui ha paura che durante il rapporto, seppur il preservativo sia ben aderente, il liquido preseminale abbia attraversato tutto il profilattico ed abbia toccato la vagina esternamente e quindi esser venuto a contatto con le mucose vaginali! 
Voi che mi dite? Aiutatemi!!!

Anonima


Cara Anonima,
da ciò che ci scrivi avete usato tutte le precauzioni e non dovrebbero esserci rischi. Avete usato correttamente il preservativo sin dall’inizio del rapporto, l’eiaculazione è avvenuta esternamente e inoltre avete controllato l’integrità del profilattico a fine rapporto escludendo così eventuali forature. 
Affinché vi sia un concepimento deve esserci un rapporto completo, senza misure contraccettive, con eiaculazione interna ai genitali femminili durante i giorni fertili della donna.
Il preservativo se usato correttamente, cioè dall’inizio a fine rapporto senza sfilarsi, è un contraccettivo affidabile. Il liquido di cui parli potrebbe essere il lubrificante del preservativo o un fluido prodotto dalla lubrificazione vaginale, qualora fosse del liquido pre-seminale, questo secondo studi scientifici, non sarebbe in gradi di fecondare ed in ogni caso è improbabile che abbia attraversato il preservativo se era inserito correttamente.  Seppur vi fosse stato un contatto è stato solo esterno poiché l’eiaculazione è avvenuta successivamente ed al di fuori dei genitali.
Speriamo di aver chiarito i tuoi dubbi,
Un caro saluto


Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it