Black Widow, nuovo rinvio in vista per il film sulla Vedova Nera

Stessa sorte potrebbe toccare al secondo capitolo di Wonder Woman: l'uscita delle due pellicole starebbe per slittare

ROMA – L’emergenza Coronavirus potrebbe avere ancora strascichi per gli appassionati di cinema. Questa volta sono i fan dei film Marvel a doversi preoccupare. Il debutto di Black Widow potrebbe essere posticipato. La pellicola stand alone con protagonista Scarlett Johansson dovrebbe arrivare nelle sale il 6 novembre (il 28 ottobre in Italia) ma, al momento, questa data non è più una certezza.

Il motivo di uno slittamento è ovviamente legato alla ripartenza in sicurezza dei cinema in America, dove il virus non accenna a mollare la presa. Se confermato, sarebbe la seconda volta che si cambia in corsa la data di uscita del film. La pellicola dedicata a Natasha Romanoff era, infatti, prevista nelle sale per aprile 2020.

A ipotizzare, così, il rinvio è Deadline, che parla anche della sorte comune che toccherebbe al secondo capitolo di Wonder Woman. L’arrivo della pellicola di Patty Jenkins, allo stato attuale, è prevista per il 2 ottobre. L’ipotesi più plausibile è un rilascio tra novembre e dicembre.

Destino  simile per Dune, che sarebbe spostato, invece, nel 2021. Né Marvel Studios né Warner Bros hanno commentato le indiscrezioni.

2020-09-11T16:30:12+02:00