“Non è colpa mia”, frase misteriosa invade le strade di Milano e Roma

Da giovedì scorso nelle due città continuano ad apparire cartelloni e proiezioni ad opera di autori anonimi

20 Settembre 2020

ROMA – “Non è colpa mia”. È mistero a Milano e Roma per una frase, che, in questi giorni, continua ad apparire su cartelloni pubblicitari, muri ed edifici della città. Una vera e propria invasione, una guerriglia urbana scatenata da un autore (o più di uno) che, al momento, resta anonimo. 

È così che, da giovedì scorso, Milano si è vista “tappezzare”, come si può vedere in queste immagini scattate in via Bellagio e in via Pirelli. Nessun quartiere escluso.

A Roma, nella serata di sabato, invece, gli abitanti si sono imbattuti nella frase in varie zone centrali, da piazza Trilussa a Campo dei Fiori. 

Scherzo, rivendicazione o ammissione di innocenza. Non è dato sapere nessun dettaglio sull’origine di quel “Non è colpa mia” che sta attirando l’attenzione e la curiosità dei passanti delle due città.

2020-09-21T17:35:11+02:00