Catania, primo giorno di scuola per gli alunni dell'IC Vittorini

Catania, primo giorno di scuola per gli alunni dell’IC Vittorini

Preside: "Giornata di grande emozione condivisa"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

CATANIA – Composti ed emozionati, gli alunni dell’istituto comprensivo ‘Vittorini’ di San Pietro Clarenza (Catania) si sono ritrovati uniti, ma distanziati per il loro primo giorno di scuola. Scaglionati dalle 8.15 alle 9.15, i bambini hanno seguito la segnaletica orizzontale e, dopo sei mesi di assenza, sono ritornati in aula.

“È stata una giornata di grande commozione ed emozione- dichiara la dirigente scolastica Giuseppa Centamore- che abbiamo condiviso con gli alunni e con le loro famiglie. Sono, inoltre, state presenti le forze dell’ordine in un lavoro di sinergia con gli enti locali e con la comunità territoriale”.

La dirigente scolastica e la vicepreside Cristina Cuomo hanno presidiato i sette plessi dislocati nei comuni di San Pietro Clarenza e Camporotondo Etneo, da cui è composto l’istituto siciliano per un’utenza complessiva di oltre 1100 alunni:

“abbiamo verificato– spiega la vicepreside- che venissero rispettati tutti i protocolli di sicurezza. Tutti i bambini e i docenti sono stati dotati di mascherina che distribuiremo ogni giorno, per l’intero anno scolastico. Gli insegnanti indosseranno anche la visiera trasparente”.

Da questa estate il ‘Vittorini’ lavora alla planimetria delle aule e alla disposizione dei banchi, per garantire il distanziamento interpersonale di un metro tra gli alunni. Locandine e depliant informativi, colonnine di gel igienizzante e due termoscanner sono le misure di sicurezza adottate in ogni plesso:

“Ciascun bambino- prosegue- sarà sottoposto due volte alla misurazione della temperatura corporea, per essere certi che nessuno entri a scuola con la febbre. Al momento, per evitare assembramenti, gli alunni faranno la ricreazione in classe e le attività di educazione fisica saranno sospese”.

L’istituto è in attesa di circa 500 banchi monoposto:

“in previsione dello sdoppiamento di alcune classi, stiamo provvedendo ad ampliare l’organico docente ed il personale Ata. In ogni piano dell’istituto sarà necessaria la presenza di due operatori scolastici”. “Abbiamo lavorato tutta l’estate per la riapertura- conclude la vicepreside Cuomo– e ne sono contenta. Mi inorgoglisce fare parte di un’istituzione scolastica che porta avanti un servizio rivolto a garantire il diritto allo studio dei nostri bambini”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it