Tg Scuola - edizione del 25 settembre 2020

Tg Scuola – edizione del 25 settembre 2020

Si parla di: Recovery Fund; Aperture; Premio Scafidi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Azzolina: Recovery Fund occasione per supportare istruzione
Una scuola rinnovata, ricostruita. Una scuola più sicura e più accogliente. È la scuola che la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina immagina di realizzare con i fondi del Recovery Fund messi a disposizione per il comparto scuola, come ha spiegato nel corso dell’audizione in commissione cultura alla Camera. Per la ministra, i fondi andrebbero investiti per diminuire il sovraffollamento delle classi, contrastare la dispersione scolastica, investire nella mobilità internazionale e costruire e innovare gli edifici scolastici.”Abbiamo il compito di mettere al centro gli interessi, i diritti e le aspettative di studenti e studentesse”, ha detto Azzolina.

Scuola, si ricomincia in altre cinque regioni
Primo giorno di scuola, questa settimana, anche per gli studenti di Calabria, Basilicata, Puglia, Abruzzo e Campania, che hanno deciso di posticipare l’apertura dopo il voto del 20 e 21 settembre. In totale, sono oltre 8,3 milioni le studentesse e gli studenti che rientrano quest’anno tra i banchi con regole e modalità nuove. Secondo le linee guida emanate dal Comitato tecnico scientifico, infatti, gli alunni con una temperatura superiore a 37.5 gradi non potranno entrare in aula, mentre all’interno degli istituti ragazzi e ragazze dovranno mantenere sempre un metro di distanza tra loro. Entrate e uscite saranno scaglionate, e la mascherina, obbligatoria durante gli spostamenti, si potrà abbassare solo quando il metro di distanza sarà garantito.

Premio Scafidi, ieri la premiazione degli studenti
Provengono da varie parti d’Italia gli studenti delle cinque scuole che sono saliti sul podio della quattordicesima edizione del ‘Premio Buone pratiche a scuola Vito Scafidi’, promosso da Cittadinanzattiva e consegnato ieri in diretta sui canali social dell’organizzazione. Durante la mattinata sono intervenuti anche la vice ministra dell’Istruzione, Anna Ascani, e il capo della protezione civile Angelo Borrelli, che ha ricordato il ruolo della scuola come baricentro “di tutta la comunità, soprattutto durante l’emergenza legata a calamità naturali o sociali, come quella che stiamo vivendo in questo periodo”.

Sulmona, all’Ovidio preside e docenti recitano Itaca
Un viaggio emozionante che indichi la strada e faccia volare. È così che Caterina Fantauzzi, dirigente scolastica del polo liceale ‘Ovidio’ di Sulmona immagina il nuovo anno scolastico in un video di auguri dedicato agli studenti dell’istituto. Nel video le voci dei docenti si alternano nella lettura di Itaca, la poesia di Costantino Kavafis che parla del viaggio che ogni uomo fa, attraverso la vita. 

Dalle scuole:

Liceo Corbino di Siracusa
Nell’istituto siciliano la ricreazione si fa in classe per rispettare il distanziamento fisico.

Istituto comprensivo Salvo D’Acquisto di Lizzano in Belvedere
La scuola ha aperto un’aula nel bosco per ripartire dopo il lockdown.

Istituto Ruiz di Augusta
L’Enel ha assunto 15 studenti del settore tecnologico grazie al programma di apprendistato scuola-lavoro.

Istituto comprensivo Campomorone di Genova
La scuola si è dotata di una carrozzina da trekking per gli studenti con disabilità.

Liceo Vallone di Galatina
Nell’aula magna della scuola, per assicurare il distanziamento, sulle sedie sono comparsi dei cartonati di personaggi famosi della storia e del nostro presente

ISIS Europa di Pomigliano d’Arco 
Gli studenti hanno realizzato  ‘La memoria rende liberi’, un racconto digitale ed immersivo creato durante la didattica a distanza.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it