Scuola: ora si fa nei parchi, nei quartieri e lungo i navigli

Scuola: ora si fa nei parchi, nei quartieri e lungo i navigli

A Biella come Milano la riscoperta delle lezioni all'aria aperta
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MILANO – Forse le regole di sicurezza nei luoghi pubblici al chiuso hanno fatto riscoprire la bellezza dello stare all’aria aperta? Sembrerebbe di sì, almeno a scuola. Sicuramente merito anche di un autunno che finora è stato mite e sta permettendo di trascorrere più tempo in giardini e parchi.

All’istituto comprensivo di Biella 3, ad esempio, le maestre della scuola dell’infanzia ‘Villaggio sportivo’ hanno organizzato momenti di lettura in giardino, con tavolini e giochi, rigorosamente sanificati, per tutti i bambini che sono rientrati. Alla primaria di ‘Villaggio Lamarmora’ alunni e alunne hanno partecipato a laboratori didattici, picnic e giochi di teatro, come anche la secondaria di primo grado ‘Marconi’ che, approfittando del sole ancora tiepido, la lezione di comprensione del testo l’ha fatta alla maniera dei pittori impressionisti, ‘en plein air’.

E perché non studiare geometria passeggiando per corso Venezia, a Milano, come hanno fatto le quinte classi di primaria della Scuola Europa di viale Majno? Penna e quaderno alla mano, le fotografie raccontano di ragazzi e ragazze intenti a riconoscere e misurare le figure geometriche nello spazio urbano. E per l’ora successiva lezione di matematica alla Villa Reale. Anche l’educazione motoria è ripresa regolarmente alla Scuola Europa, addirittura ben prima dell’inizio dell’anno scolastico: ‘In bici con i prof’ è stata l’idea del professore di ginnastica che lo scorso agosto ha accompagnato i suoi studenti di secondaria di primo grado in gita lungo i Navigli milanesi. Cosa non farebbe la scuola pur di ripartire?

Crediti foto pagine Facebook IC Biella 3 e Scuola Europa

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it