Scuola, nuovo plesso per gli alunni del circolo didattico Fava di Mascalucia

Scuola, nuovo plesso per gli alunni del circolo didattico Fava di Mascalucia

Dirigente: "Fondamentale la collaborazione con le famiglie"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

CATANIA – Primo giorno di scuola per gli alunni di quinta elementare del circolo didattico ‘Fava’ di Mascalucia (Catania) che ha riaperto i cancelli scolastici dal 24 settembre. Tre le classi trasferite nel nuovo plesso di via Chillei, a pochi passi dalla sede centrale.

“Si tratta di un ex collegio delle suore cappuccine- ha spiegato la dirigente scolastica Maria Gabriella Capodicasa- ci è stato affidato tramite convenzione con gli enti territoriali. Sulla base di monitoraggi effettuati, era emerso un esubero degli alunni rispetto alla capienza delle nostre aule ed, in collaborazione con il comune, abbiamo trovato la soluzione”.

Al suono della campanella, i 60 alunni di quinto anno, emozionati e composti, sono stati accolti nel cortile dell’ex collegio dalla loro preside e dal corpo docenti, prima di prendere posto nelle nuove aule, per una giornata dedicata alla ripresa delle attività didattiche ed alla formazione sulle misure e le regole di prevenzione dal contagio di Covid-19. Classi ampie, distanze di un metro tra le rime buccali degli alunni e di due metri tra la cattedra delle insegnanti e la prima fila di banchi scandiranno il nuovo anno scolastico, insieme ai percorsi obbligati, alle locandine sulle buone prassi da adottare per la salute comune, ai dispenser di igienizzanti ed alle mascherine da usare in fase dinamica.

“Le finestre resteranno aperte il più possibile- ha aggiunto la dirigente- ed anche questo plesso, come gli altri, verrà dotato di termoscanner”. 

I bambini hanno a disposizione quattro aule, un salone per attività laboratoriali ed un cortile:

“Lo spazio esterno- prosegue- verrà utilizzato per lezioni e per gli intervalli didattici finché il tempo lo consente”. “Alla classe più numerosa, composta da 25 alunni- abbiamo destinato due aule, in cui i bambini formeranno gruppi di lavoro. Abbiamo voluto evitare che venisse smembrato il gruppo classe originario. Con i fondi ricevuti dal ministero dell’Istruzione, abbiamo nominato un’ insegnante in più per loro e per il plesso, una nuova collaboratrice scolastica”.

L’edificio è stato sottoposto a lavori di ristrutturazione per la messa in sicurezza ed è stato, inoltre, dotato di scala antincendio:

“l’amministrazione comunale provvederà alla spese di manutenzione e delle utenze, la scuola ha allestito le aule con i banchi ed ha provveduto alla sanificazione”. “Con la disponibilità dei nuovi locali- conclude Maria Gabriella Capodicasa- siamo riusciti a risolvere le criticità iniziali. Mi auguro che, al di là dell’organizzazione messa in moto per l’avvio del nuovo anno scolastico, tutto possa procedere nel migliore dei modi e nel rispetto delle regole, in cui è fondamentale la collaborazione con le famiglie”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it