Giornata mondiale degli insegnanti: tra gestione della crisi e futuro

Giornata mondiale degli insegnanti: tra gestione della crisi e futuro

Il 5 ottobre si festeggia la giornata istituita dall'Unesco insieme a Education International
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Gli occhiali spessi della professoressa di latino ancora spaventano in sogno gli adulti che un tempo sedevano dietro i banchi. I primi voti, i primi giudizi, non si dimenticano. Ma non si cancellano neanche gli insegnamenti, il consiglio di quel libro letto in quarta liceo che ci ha cambiato la vita. E la fiducia di chi riconosce un potenziale in un adolescente che pensa di valere poco o nulla. Gran parte di quello che siamo oggi, dipende da ciò che è successo tra le mura della scuola. Gran parte delle scelte che abbiamo fatto dopo, dipendono dai professori che abbiamo avuto. Oggi, 5 ottobre, si festeggia la giornata mondiale degli insegnanti, istituita dall’Unesco insieme a Education International, la federazione internazionale che raggruppa le sigle sindacali degli insegnanti.

La ricorrenza, celebrata dal 1994, fu istituita per ricordare le Raccomandazioni dell’Unesco sullo statuto di insegnante, del 1966, ed è diventata un’occasione per sottolineare il ruolo svolto ogni giorno dai docenti. Quest’anno, la giornata assume un ulteriore significato in relazione alla dedizione e all’impegno che i docenti stanno dimostrando nella gestione della pandemia, che ha travolto anche il mondo della scuola.

Il tema della Giornata 2020 è infatti: ‘Insegnanti: gestire una crisi e immaginare un altro futuro’. Nella nota ufficiale pubblicata sul sito dell’Unesco, il tema è così presentato:

“Oggi è il momento di riconoscere il ruolo degli insegnanti nel garantire che una generazione di studenti possa raggiungere il suo pieno potenziale, e l’importanza dell’educazione per la crescita economica e la coesione sociale durante e dopo la pandemia. Oggi è il momento di immaginare nuovamente l’educazione e raggiungere la nostra visione di uguaglianza di accesso per tutti i bambini e le bambine a un’educazione di qualità”.

A partire da oggi, e fino al 10 ottobre, l’Unesco dedicherà un’intera settimana alla valorizzazione degli insegnanti. Si parte con la consegna dei premi per i migliori insegnanti dell’anno, ma in programma sono previsti anche incontri virtuali tra docenti di tutto il mondo, riflessioni sulla didattica a distanza e consigli utili per affrontare al meglio la crisi.

Tutti gli eventi sono disponibili sul sito dell’Unesco.

 

AZZOLINA: GRAZIE A DOCENTI PER AVER GARANTITO DIRITTO STUDIO

“Oggi è la Giornata mondiale degli insegnanti, che quest’anno celebra la capacità dimostrata dai docenti di tutto il mondo di continuare a garantire il diritto all’istruzione a tutte le studentesse e agli studenti anche durante l’emergenza sanitaria. I rappresentanti dell’Unesco, nella loro dichiarazione congiunta di quest’anno, hanno ringraziato gli insegnanti anche per la capacità di trovare soluzioni didattiche innovative durante la crisi. Non posso che unirmi al loro messaggio”. Così la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, che su Facebook ha voluto dedicare un post ai docenti di tutto il mondo. “In queste settimane i docenti hanno un compito altrettanto importante, quello di supportare ragazze e ragazzi nel rispetto delle regole. Questo ci consentirà di stare a scuola in sicurezza. I dati ci dicono che, ancora una volta, stanno facendo un ottimo lavoro. Grazie a loro ed insieme a loro stiamo affrontando questo periodo difficile, e insieme progetteremo, guardando oltre questa crisi, la scuola del futuro”, ha concluso Azzolina.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it