Nuovo Devoto-Oli, le parole legate al Coronavirus entrano nel vocabolario

Nuovo Devoto-Oli, le parole legate al Coronavirus entrano nel vocabolario

Da lockdown a distanziamento sociale, la pandemia cambia l'italiano
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il Coronavirus condiziona anche l’edizione 2021 del Nuovo Devoto-Oli. Il vocabolario introduce dal prossimo anno termini legati alla pandemia e all’emergenza sanitaria ancora in corso.

Da Covid-19 a lockdown, passando per distanziamento sociale, autoquarantena e tamponare. Parole che ogni italiano ha imparato inevitabilmente in questi mesi. Non mancano i termini più specifici come biocontenimento e spillover, ovvero il passaggio di un agente patogeno da una specie all’altra. E ancora droplet, l’emissione di secrezioni respiratorie e salivari in forma di goccioline, espulse quando si starnutisce e si tossisce. Sono queste solo alcune delle parole che si aggiungono.

Arrivato alla quarta edizione, nel Nuovo Devoto-Oli è viva più che mai una spiccata attenzione alla contemporaneità del linguaggio. Il Nuovo Devoto-Oli diventa, così, un osservatorio privilegiato della lingua.

Concepito da Giacomo Devoto e Gian Carlo Oli nel lontano 1967, come autori si sono aggiunti nel tempo i filologi Luca Serianni e Maurizio Trifone che oggi sono alla guida dell’opera. Di come il Nuovo Devoto-Oli ha affrontato il tema della pandemia si parlerà lunedì 12 ottobre (ore 17-19) nel corso di un seminario online dal titolo “Cittadinanza e pandemia: una lingua in movimento in un Paese che cambia” dedicato a insegnanti e pubblico, nel quale  Serianni e Trifone, moderati da Giuseppe Antonelli, rifletteranno sulla lingua quale testimone dei cambiamenti che avvengono nella nostra realtà, comprese appunto le emergenze, come quelle sanitaria e ambientale, e su come il vocabolario non possa che registrare e spiegare da un punto di vista storico-linguistico l’evoluzione della società (registrazioni sul sito www.mondadorieducation.it).

Al termine dell’evento verranno anche presentate le scuole vincitrici e quelle risultate meritevoli di una menzione speciale, in seguito alla partecipazione al concorso “#leparolechesiamo, il mondo che vogliamo”, organizzato dal Nuovo Devoto Oli sul tema della sostenibilità ambientale.

Il vocabolario sarà disponibile in due versioni, cartacea e digitale, con 35mila lemmi e 50mila definizioni in più. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it