Francia, comprano un gatto Savannah online: gli arriva un cucciolo di tigre

Francia, comprano un gatto Savannah online: gli arriva un cucciolo di tigre

Il felino era stato pagato 6000 euro
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Quando si fanno acquisti online può capitare di ricevere un prodotto che non ha niente a che fare con quello ordinato. Ma quello che è successo a in Francia è un caso davvero curioso.
Una coppia facoltosa di Le Havre, in Normandia, aveva pagato circa 6000 euro per acquistare online un Savannah, un incrocio tra un gatto domestico e un serval. Una volta che il felino è arrivato a casa, però, i due acquirenti si sono accorti che qualcosa non quadrava. Qualche settimana dopo la scoperta: avevano in casa un cucciolo di tigre di Sumatra.

La coppia ha allertato le autorità ed è stata aperta subito un’inchiesta. I fatti risalgono al 2018, e dopo due anni di indagini sono stati arrestati diversi sospetti per traffico illegale di animali selvatici.

La tigre di Sumatra è una specie felina endemica dell’isola di Sumatra, Indonesia, elencata come in pericolo critico nella Lista Rossa IUCN. Si stima esistano tra i 400 e i 500 esemplari selvatici in natura.

Il Savannah

Savannah è il nome dato alla prole di un gatto domestico e di un serval, un felino selvatico africano di medie dimensioni.
L’insolito incrocio è diventato popolare tra gli allevatori, alla fine del 20 ° secolo, e nel 2001 la International Cat Association lo ha accettato e registrato come una nuova razza.

È interessante notare che i Savannah sono molto più sociali dei gatti tipici e sono spesso paragonati ai cani per la loro fedeltà.
Possono essere addestrati nel camminare al guinzaglio e persino a giocare a prendere la pallina.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it