Aperta la banca dati di Libriamoci

Aperta la banca dati di ‘Libriamoci’

Tema dell'edizione 2020 'Positivi alla lettura'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Si parte. Sul sito ufficiale libriamociascuola.it è aperta la banca dati per inserire le iniziative e nei prossimi giorni sarà anche disponibile il video tutorial che guida alla compilazione. Come sempre, ci si può registrare agli eventi sino all’ultimo giorno della campagna. Dopo la convalida delle iniziative inserite, sarà possibile scaricare dall’area utente in banca dati l’attestato ufficiale di partecipazione. Chi desidera, inoltre, ospitare in classe o a distanza un lettore volontario, occorre farne richiesta alla segreteria organizzativa, compilando entro l’8 novembre l’apposito modulo.

Il tema istituzionale di “Libriamoci 2020” è “Positivi alla lettura “e i filoni tematici ai quali si può aderire o ispirarsi per le letture, e per i quali saranno presto disponibili sul sito delle bibliografie ragionate, sono: contagiati dalle storie; contagiati dalle idee; contagiati dalla gentilezza.
Da quest’anno non è più richiesto il codice meccanografico della scuola per inserire iniziative, quindi si possono registrare attività come organizzatori anche scuole italiane all’estero, scuole dell’infanzia, istituti Italiani di Cultura all’estero/Comitati Dante Alighieri.

In occasione di “Libriamoci Giornate di lettura nelle scuole” per la prima volta il Centro per il libro e la lettura offre agli insegnanti che avranno registrato le proprie attività nella banca dati, e che siano interessati ad approfondire l’educazione alla lettura, due corsi di formazione online tra novembre e dicembre tenuti dall’associazione culturale “Hamelin”: un modulo sarà dedicato alla scuola dell’Infanzia e alla scuola primaria, un altro alle scuole secondarie.

Per consentire un approccio più diretto e interattivo l’accesso è limitato a 60 partecipanti per modulo: saranno quindi selezionati 120 partecipanti (60 infanzia/primaria e 60 secondaria primo/secondo grado), tra i primi iscritti in banca dati e interessati al corso. Potranno accedere al massimo tre docenti per istituto e, per garantire una partecipazione quanto più possibile varia, si terrà in considerazione la provenienza geografica.

Per perfezionare l’iscrizione occorre inviare una mail all’indirizzo libriamoci@beniculturali.it precisando: nome, cognome, codice dell’iniziativa, ordine e grado di scuola, nome e indirizzo della scuola.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it