Il meglio di ROMARAMA. Gli appuntamenti da non perdere dal 15 al 19 ottobre

Al via la Festa del Cinema di Roma, apre la stagione sinfonica di Santa Cecilia e ancora Torre Maura e Centocelle diventano palcoscenico a cielo aperto
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Roma – Proseguono gli appuntamenti con Romarama, il programma promosso da Roma Capitale Assessorato alla Crescita Culturale che con il racconto, attraverso un unico canale, consente di scoprire le attività fino alla fine dell’anno. Questi alcuni degli eventi dal 15 al 19 ottobre, mentre sul  sito www.romarama.it il dettaglio delle iniziative e sul canale social @culturaaroma aggiornamenti quotidiani.

Si apre giovedì 15 con l’anteprima di Soul, il nuovo film d’animazione Disney e Pixar,  la quindicesima edizione della Festa del Cinema di Roma che prende vita all’Auditorium Parco della Musica. Atteso l’appuntamento di sabato 17 con Mi chiamo Francesco Totti, il docufilm di Alex Infascelli dedicato all’ex capitano della Roma che domenica 18 incontrerà il pubblico.

Venerdì 16 (a cui seguono due repliche sabato e domenica) si apre la Stagione sinfonica dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia all’Auditorium Parco della Musica all’insegna dell’intensa spiritualità di due capolavori del sinfonismo corale di fine Ottocento: il Te Deum di Anton Bruckner e Das Lied von der Erde di Gustav Mahler. Dirige l’orchestra Antonio Pappano, solisti il contralto tedesco Gerhild Romberger e il tenore americano Clay Hilley.

Torre Maura e Centocelle diventano palcoscenico a cielo aperto di spettacoli, musica e laboratori con due manifestazioni gratuite. 

In scena fino a domenica 18 Anomalie, il progetto di teatro e nuovo circo di Kollatino Underground che prende vita ogni giorno dalle ore 17 al Parco delle Canapiglie di Torre Maura (via delle Cincie). Chiude domenica con il Gran Galà di Circo, a cura del collettivo Hangar delle Arti: 16 artisti provenienti da tutto il mondo – guidati dalla regia di Alberto Longo – si esibiscono in un esaltante spettacolo tra giocoleria e trapezio, acrobatica ed equilibrio. In cartellone tutti i giorni anche laboratori gratuiti di giocoleria e di Teatro e canzone romanesca (info al numero 3391039949 e alla mail [email protected]).
Da venerdì 16 a domenica 18 nel segno della scienza e del divertimento arriva Roma Science Van di Psiquadro: una tre giorni con spettacoli e laboratori gratuiti per ogni età a Piazza dei Mirti a Centocelle dedicati ad alcuni dei temi dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile stilata dall’Unesco: la salute, l’energia, il clima e la vita sulla terra (info ai numeri 0754659547 e 3486976450).

Tra scienza e cultura si muove anche Snews – fake news scientifiche da lunedì 19 a mercoledì 21: il progetto di Bluecheese Project che dedica tre giorni a esperimenti scientifici con il CNR e tavole rotonde con i giornalisti per capire come riconoscere una falsa notizia scientifica. Si affronta il tema dei rifiuti plastici e riciclo, attraverso tre incontri gratuiti dalle ore 15,30 alle 19 (info al numero 3391350453) presso il Centro di Aggregazione Giovanile Scholè dentro villa Lazzaroni (Via Fortifiocca, 71).

Al Mattatoio di Testaccio proseguono gli appuntamenti con Romaeuropa Festival, chiude la settimana targata Ref sabato 17 e domenica 18 Akzona&Toloza con Tierras del Sud: uno spettacolo sulle atrocità commesse dalle potenze straniere sui popoli dell’America latina.

Ultima settimana con Live Cinema Festival e le più innovative performance live di spettacoli audio-visual. Nella splendida cornice dell’Acquario Romano a piazza Manfredo Fanti 47 (vicino la Stazione Termini) si chiude venerdì 16 con la prima italiana di Orbitoclast, live show presentato da Patrik Lechner, artista austriaco che da oltre vent’anni sviluppa opere sonore astratte.

A Palazzo delle Esposizioni prosegue la mostra Tra Munari e Rodari e il relativo ciclo di incontri Le Filastrocche animate, che sabato 17 alle ore 16 prevede il laboratorio per bambini – dai 7 agli 11 anni – con l’illustratore Massimiliano di Lauro. Rulli, inchiostro, forbici e colla per scoprire, lavorando insieme all’artista pugliese, un nuovo modo di dare forma alle parole di Gianni Rodari.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Fabrizia Ferrazzoli
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it