Scuola, premiati online i vincitori di 'Crei-amo l'impresa'

Scuola, premiati online i vincitori di ‘Crei-amo l’impresa’

Ventesima edizione del progetto promosso dai Giovani Imprenditori di Confindustria Emilia-Romagna e dall'Ufficio Scolastico Regionale
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Vince l’edizione 2019-20 del progetto promosso dai Giovani imprenditori di Confindustria Emilia-Romagna l’istituto ‘Fermo Corni’ di Modena. Si è conclusa a Bologna l’edizione 2019-2020 del progetto ‘Crei-amo l’impresa!’ promosso dai Giovani Imprenditori di Confindustria Emilia-Romagna e dall’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna in collaborazione con l’Associazione Giovani per l’Unesco.

L’iniziativa, giunta alla ventesima edizione, ha coinvolto negli anni circa 2.600 studenti. Si svolge nell’ambito dei percorsi per le competenze trasversali e orientamento, ex alternanza scuola-lavoro. Una trentina di studenti di quattro istituti secondari superiori dell’Emilia-Romagna ha presentato i progetti d’impresa a cui hanno lavorato insieme ai docenti e ai giovani imprenditori nel ruolo di business angel. La premiazione, che si è svolta online seguendo rigorosamente le disposizioni anti Covid, è stata mandata in onda in diretta sui canal social dei Giovani imprenditori di Confindustria Emilia-Romagna.

“In quest’anno difficile di pandemia è stato davvero complicato portare a termine il Progetto Crei-amo l’impresa- ha dichiarato il presidente Kevin Bravi– e quindi le scuole che sono arrivate alla premiazione meritano tutto il nostro applauso. Con questa iniziativa vogliamo partire dalle scuole per creare gli imprenditori di domani, facendo vivere agli studenti il mondo aziendale dal punto di vista dell’imprenditore: un’iniziativa che valorizza le capacità e le attitudini dei ragazzi e genera quella che noi chiamiamo cultura d’impresa, fondamentale per il futuro del nostro territorio”. 

Tutti gli studenti hanno ricevuto i gadget offerti dall’azienda Franco Cosimo Panini di Modena. Ha collaborato all’organizzazione anche l’azienda Tecnostudi di Bologna. Alla classe vincitrice assoluta è stato assegnato un premio per l’acquisto di libri. Il vincitore assoluto dell’edizione di quest’anno è dunque l’istituto di istruzione superiore ‘Fermo Corni’ di Modena, che ha presentato il progetto AS-ecotech, un aspiratore che permette di aspirare e separare diversi materiali in chiave ecologica. La classe, che ha vinto anche per la realizzabilità del progetto, ha visitato l’azienda modenese Emilbronzo 2000 srl. Il liceo ‘Fermo Corni’ di Modena ha ottenuto una menzione speciale per l’attinenza al territorio con il progetto ‘3 RD LIFE’, la cui ideazione ha preso avvio dalla visita all’azienda Coop Box Group di Bibbiano (Reggio Emilia).

Il progetto riguarda un estrusore che ricicla materie plastiche selezionate e le trasforma in filamenti utili per il riuso. Il progetto ‘Greend’ del liceo ‘San Tomaso d’Aquino’ di Correggio (Reggio Emilia), dedicato ad un dispositivo per la raccolta, differenziazione e riuso dei rifiuti, in particolare i mozziconi di sigaretta, ha ottenuto una menzione speciale per l’originalità. La classe ha visitato l’azienda ESA di Bibbiano (Reggio Emilia).

Il liceo artistico ‘Dosso Dossi’ di Ferrara si è distinto per la qualità della grafica con il progetto ‘H2Ouse’, la progettazione di una App con diverse funzioni legate alle cosiddette ‘case dell’acqua’ che consentono di imbottigliare acqua pura filtrata. Il progetto ha preso avvio dalla visita all’azienda Italbedis srl. Tutte le visite aziendali si sono svolte prima dell’inizio della pandemia. 

Ha aperto l’evento con i saluti ufficiali il dirigente dell’ufficio IV dell’Ufficio Scolastico Regionale Giovanni Desco. Sono intervenuti, oltre al presidente regionale dei Giovani Imprenditori Kevin Bravi, la vice presidente Francesca Villani, la delegata dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna Carla Conti e il rappresentante regionale dell’Associazione Giovani per l’Unesco Andrea Croci.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it