RAP IS BACK. Jamil si racconta nel nuovo album

Il rapper più provocatorio della scena torna mostrando un lato molto personale e romantico

Roma – Italiano di origini persiane, Jamil è uno dei rapper più provocatori della scena italiana. Dopo un disco ufficiale (Il Nirvana), due mixtape (Black Book e Black Book 2) e l’album “Most Hated” (2018) uscito in seguito nella deluxe edition (nel 2019), torna oggi con RAP IS BACK. Disponibile in fisico e in digitale, il nuovo album fa emergere un Jamil più maturo e consapevole, sempre fedele a se stesso, mostrando un lato molto personale e romantico che il Dissking, come è stato spesso definito, aveva tenuto nascosto fino ad ora.

I testi sono scritti da Jamil, l’album è registrato da Jaws e arrangiato da lui e da Jamil. Mixato e masterizzato da Alexander Fizzotti. La grafica della cover dell’album è stata realizzata da GIN, il disegno è di Emiliano Tanzillo, noto fumettista di Dylan Dog.


Nella tracklist ci sono la sua famiglia, la crew di Verona e la scena rap italiana. Con più di un milione di stream, “Vengo dalla strada”  ha anticipato l’uscita del disco: è un singolo molto personale e autobiografico che racconta episodi intimi riguardanti il suo vissuto. Segue l’uscita del brano la title-track “Rap is back”, con cui Jamil ha annunciato il suo ritorno nel panorama rap italiano.“TOP BOY” è la prima traccia dell’album “RAP IS BACK”.

Nel video in stile street, girato a Verona e diretto da School Project, Jamil ha invitato a partecipare la sua crew e le persone che gli sono sempre state vicino. Jamil in questi anni ha ottenuto milioni di ascolti su tutte le piattaforme streaming facendosi conoscere per il mordente e l’autenticità che rendono il suo stile estremamente personale. Le sue liriche sfrontate, dallo stile aggressivo e incalzante, hanno messo in luce la sua grande abilità nei dissing che ha coinvolto innumerevoli rapper italiani.

2020-10-29T07:38:58+01:00