Una "mini Luna blu" in cielo nella notte di Halloween

Una “mini Luna blu” in cielo nella notte di Halloween

Un fenomeno non così raro, ma speciale
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Sarà il secondo plenilunio del mese quello in arrivo il 31 ottobre, fenomeno conosciuto popolarmente con il termine “Luna Blu” (Blue Moon). Sebbene non così inusuale (si verifica regolarmente circa 7 volte ogni 19 anni), quella di quest’anno sarà caratterizzata da due coincidenze speciali. Non solo capiterà il giorno di Halloween (la prossima volta che accadrà sarà nel 2039), ma la Luna si troverà anche in apogeo, ovvero nel punto della sua orbita più lontano dalla Terra, dando a chi la osserva la percezione che sia più piccola del solito. Quando il nostro satellite raggiunge il plenilunio in apogeo, viene definito “Mini Luna” (o Micro Luna). Così, la notte del 31 ottobre sarà illuminata da una “Mini Luna blu”.

Ma la Luna può diventare davvero blu?

Sì, anche se esclusivamente per un effetto ottico. Se c’è stato un recente incendio boschivo o un’eruzione vulcanica che espelle una quantità di fumo significativa o cenere nell’alta atmosfera, è possibile che il nostro satellite assuma una tonalità bluastra.

Proprio un tale evento si verificò a fine settembre del 1950, quando il fumo di un incendio boschivo in Canada causò l’effetto “blu” nella parte orientale del Nord America.
L’eruzione del Monte Pinatubo nel giugno del 1991 ha creato lune blu da varie prospettive di tutto il pianeta

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it