'Fuoriclasse', al via progetto contro l'abbandono scolastico

‘Fuoriclasse’, al via progetto contro l’abbandono scolastico

Coinvolto l'istituto comprensivo Sassuolo 2
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – “Fuoriclasse’ è un progetto nato lo scorso anno per combattere l’abbandono scolastico trasformando la classe in una squadra in cui appunto lo spirito di squadra possa sostenere reciprocamente gli studenti sia nella frequentazione della scuola che nell’affrontare le difficoltà derivante dalle materie scolastiche”.

Sono le parole di Barbara Fontanesi, fondatrice dell’associazione Fuori Campo 11 che ha ideato e promosso il progetto Fuoriclasse una risposta innovativa al fenomeno del drop-out scolastico.

“Abbiamo iniziato questa collaborazione con la scuola secondaria di primo grado ‘Parco Ducale’ di Sassuolo dallo scorso anno– prosegue la Fontanesi- e, vista la grande soddisfazione dei ragazzi, abbiamo pensato di dare continuità a questa preziosa iniziativa con una seconda edizione, ancora più importante della prima viste le difficoltà che stiamo tutti vivendo a causa della recente epidemia”.

Maria Luisa D’Onofrio, la dirigente scolastica più giovane d’Italia, nonché preside dell’istituto comprensivo Sassuolo 2 ha detto:

“personalmente sono felicissima di accogliere anche per quest’anno scolastico questa proposta formativa rivolta ai nostri ragazzi. La scuola si è dotata di un apposito protocollo di sicurezza affinché sia garantito il corretto svolgimento delle attività didattiche, ma soprattutto per tutelare professori e studenti all’intero di ogni attività svolta presso l’istituto”.

Ribadendo nuovamente che il progetto si svolgerà sempre nel rispetto di tutte le normative anti-contagio, il progetto prenderà il via il prossimo mercoledì 4 novembre. Per quanto riguarda la prima parte del progetto, ha spiegato la dirigente, ci si avvarrà delle piattaforme online già in uso durante le ore di lezione per garantire il dovuto distanziamento fra gli alunni, dando comunque a tutti la possibilità di seguire gli incontri. Per la seconda parte, invece, verranno accolti gli esperti dell’associazione in presenza all’interno delle classi aderenti pur sempre nel rispetto dei protocolli ministeriali.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it