Video | Scuola, a Parabiago studenti programmano simulatore contagi

Video | Scuola, a Parabiago studenti programmano simulatore contagi

All'IC di Viale Legnano la primaria ha partecipato alla 'Settimana europea del condig'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MILANO – Un simulatore per misurare il tasso di contagi in un’area a crescente densità di persone, simboleggiati da palline verdi, con un solo covid-positivo presente, simboleggiato invece da un pallino rosso. Risultato: un contagio ogni 10 secondi all’aumentare delle persone nello spazio, e quindi al diminuire della distanza tra loro, e sempre più contagi fino a saturare l’intera area. A programmarlo, con Scratch, i bambini e le bambine delle classi quinte della primaria ‘via Brescia’ a Parabiago, nel milanese. Alunni e alunne dell’istituto comprensivo ‘viale Legnano’, con le loro maestre, hanno celebrato così la partecipazione alla ‘Settimana europea del coding’, realizzando l’esperimento e raccontandolo in un video che, proprio attraverso le loro voci, spiega tutte le fasi della programmazione.

“Il coding è un’esperienza coinvolgente e divertente per i bambini: attraverso il gioco imparano le basi del linguaggio di programmazione e sviluppano il pensiero logico-sequenziale- osservano le docenti- abbiamo progettato diverse attività. I bambini di 2A hanno immaginato di essere dei robot e insieme all’insegnante hanno provato a muoversi seguendo delle semplici istruzioni attraverso l’uso di un codice condiviso. Gli alunni di 4A hanno giocato al ‘Gioco del Coding’, inventando da soli un percorso all’interno dell’aula e facendo attenzione alle indispensabili norme igieniche da adottare: le istruzioni del percorso dovevano infatti necessariamente contenere il simbolo della mascherina per far muovere il bambino-robot in aula. Infine, le classi quinte di Via Brescia per sconfiggere il Covid hanno realizzato il simulatore”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it