Scuola, Varese: l'istituto Tosi lancia 'Digital Transformation'

Scuola, Varese: l’istituto Tosi lancia ‘Digital Transformation’

Al via corso di istruzione e formazione tecnica e superiore
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MILANO – Un’offerta di formazione post diploma professionalizzante, gratuita e rivolta a 25 giovani dai 19 ai 29 anni, che permette di apprendere le tecniche per l’amministrazione economico-finanziaria in linea con la continua innovazione che sta interessando la gestione aziendale e gli studi professionali. La cosiddetta industria 4.0. È il corso di istruzione e formazione tecnica e superiore ‘Digital Transformation – Verso lo Studio professionale 4.0’, promosso dall’istituto tecnico economico ‘Tosi’ di Busto Arsizio in collaborazione con l’ordine dei commercialisti di Busto Arsizio, l’università di Castellanza ‘Carlo Cattaneo’ (Liuc), l’Agenzia formativa della provincia di Varese e l’azienda Si-Net Srl.

La scuola superiore in provincia di Varese ha presentato online la terza edizione. All’evento di orientamento hanno partecipato il vicepresidente di Confindustria Giovanni Brugnoli, il professore della Liuc Luca Mari insieme al rettore Federico Visconti, la presidente dell’Ordine dei commercialisti e degli esperti contabili di Busto Arsizio Paola Castiglioni, la presidente della commissione scuole dell’ordine dei commercialisti di Busto Arsizio Carla Trotti, l’amministratore delegato dell’azienda Si-Net Srl Fausto Turco. Presenti, per una testimonianza, anche alcuni partecipanti delle precedenti edizioni del corso.

“Il riscontro del livello occupazionale delle scorse edizioni del corso è del 98% e tanto basta per sottolinearne la qualità ma soprattutto la corrispondenza tra il progetto e le richieste del mondo del lavoro”, ha commentato Antonella Capitanio, neo-dirigente scolastica dell’istituto varesotto. Giovanni Brugnoli vicepresidente di Confindustria, originario proprio di Busto Arsizio, ha applaudito “a due eccellenze del territorio, quali il Tosi e la Liuc, riunite in un progetto” che Confindustria considera strategico perché i giovani abbiano “una occupabilità sempre maggiore nell’ambito dell’industria 4.0”, elemento di innovazione che è stato “stimolo per il governo a investire su una digitalizzazione spinta delle aziende”.

Delle 1000 ore di corso 450 saranno di tirocinio curricolare, ha aggiunto infine Brugnoli, “quindi avrete l’opportunità di apprendere direttamente in azienda cosa significa digital transformation. Sappiate che le aziende sono affamate di talenti da coltivare e il nostro è un territorio a grande vocazione industriale”. L’ordine dei commercialisti e degli esperti contabili di Busto Arsizio ha contribuito sin dalla prima ora alla costruzione del corso, come ha spiegato la presidente Paola Castiglioni: “L’attività degli studi professionali sta cambiando. Per noi commercialisti oggi le parole d’ordine sono digitalizzazione e formazione. Già ora e sempre di più in futuro il nostro lavoro sarà automatizzato, usiamo la carta sempre di meno, gli incontri con i clienti sono online”. Addio pile di documenti e calcolatrici sul tavolo dell’ufficio, “dobbiamo prepararci ad affrontare al futuro ma il futuro è già in corso” ha detto parlando ai ragazzi e alle ragazze in collegamento, ai quali ha anche confermato che “posti di lavoro negli studi professionali ce ne sono”.

Luca Mari della Liuc, esperto di trasformazione digitale delle organizzazioni, ha sottolineato come “la digital transformation sollecita le organizzazioni a considerare i dati come propria componente strategica, e non solo funzionale”, quindi “mantenerli sicuri e integri”, infine “rende le persone dei lavoratori migliori”. “Abilitare le persone a usare gli strumenti, a partire dai dati” è lo scopo di Si-Net Srl, ha precisato Fausto Turco, amministratore delegato dell’azienda di Legnano che dal 1992 ‘digitalizza’ imprese e studi professionali. “Sui giovani il paese ha una responsabilità altissima e non sempre se ne fa interprete” ha chiosato il rettore della Liuc Federico Visconti. “Il corso è una proposta formativa di alto livello, di grande concretezza. Grazie all’interazione con molti professionisti del settore, ho realizzato cosa voglio per il mio futuro” ha confermato una delle ex allieve.

Le selezioni saranno aperte dall’11 al 18 novembre mentre i corsi si terranno dal 24 novembre al 31 luglio. I partecipanti avranno diritto a un computer assegnato in comodato d’uso gratuito.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it