Festival di Sanremo 2021, si va verso lo slittamento ad aprile

Festival di Sanremo 2021, si va verso lo slittamento ad aprile

La kermesse, al momento, è fissata per la settimana che va dal 2 al 6 marzo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – L’edizione 2021 del Festival di Sanremo potrebbe slittare ancora una volta. Si fanno, infatti, sempre più insistenti le voci di un possibile nuovo cambio di date. La kermesse è stata già spostata da febbraio alla prima settimana di marzo (2-6 marzo) per il perdurare dell’emergenza Coronavirus. Ora, l’ipotesi che sta prendendo campo è quella di rimandare al mese di aprile.

La richiesta del comune di Sanremo

A riportare l’indiscrezione è Tv Zoom, che racconta di come sia stato lo stesso comune di Sanremo a chiedere un nuovo cambio di programma. Nella richiesta esplicita si farebbe riferimento alla fine di aprile, periodo in cui le temperature saranno più alte e si avrà una situazione più chiara sui vaccini. Senza pubblico e con tutte le cautele del caso per il contenimento del virus verrebbe meno tutta un’economia indotta che, negli anni, ha dato respiro alle casse della città. Un autogol che il comune non può permettersi. 

AGGIORNAMENTO: Il sindaco di Sanremo Alberto Biancheri ha smentito il coinvolgimento del comune: “Non so da dove sia uscita questa notizia- ha detto il primo cittadino ad Askanews – Stiamo lavorando con la Rai per avere il Festival nella prima settimana di marzo. Poi valuteremo con la Rai stessa come sarà la situazione a gennaio e decideremo. Per ora è confermato a marzo”.

La volontà di Amadeus

D’altronde, lo stesso Amadeus – ancora una volta conduttore e direttore artistico – ha auspicato a un ritorno del festival in condizioni normali, senza nessun tipo di restrizioni. 

L’edizione 2021, per il presentatore, deve essere un momento di gioia dopo i mesi bui passati da tutto il Paese: “Se ci riflettiamo– aveva detto Amadeus qualche mese fa- dopo il Coronavirus Sanremo sarà il primo momento di aggregazione dato che passeremo un periodo, da settembre in poi, senza concerti, senza teatro, senza cinema. Il prossimo Sanremo sarà un momento di aggregazione dei cantanti, del Paese”. Per Amadeus “è come se ci fosse un ponte che collega l’ultimo momento felice dell’Italia al prossimo momento felice” che sarà quello con la musica di Sanremo.

Al momento, ai piani alti della Rai tutto tace. Continuano, però, le selezioni di AmaSanremo, il programma in onda ogni giovedì, in seconda serata su Rai 1, che vede sfidarsi i cantanti emergenti per un posto nella finalissima di Sanremo Giovani del 17 dicembre. Il programma e la sfida finale sono le uniche certezze in calendario per il prossimo festival. Per la conferma o la smentita delle voci di un rinvio bisognerà attendere!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it