Eravamo senza biancheria, e i nostri genitali si sono toccati.

Eravamo senza biancheria, e i nostri genitali si sono toccati…

Buonasera,
l’altra sera ho fatto petting spinto con la mia ragazza. Eravamo senza biancheria, e i nostri genitali si sono toccati ma solo esternamente, io poi sono venuto con la masturbazione.
Il mio dubbio e che poi possa averla toccata con le mani sporche, ma sono sicuro di averle lavate le mani dopo essere venuto.
E’ comunque un pensiero che non mi fa stare tranquillo. Cosa rischio? Potrei averla messa incinta?

 

Anonimo


Cara Anonimo,
comprendiamo la tua ansia e la tua preoccupazione.
Innanzitutto vogliamo rassicurarti sul fatto che è naturale avere dei dubbi sulla sessualità.
Devi sapere che affinché ci sia un concepimento deve esserci un rapporto completo con penetrazione ed eiaculazione all’interno dei genitali femminili, durante i giorni fertili della donna, che in un ciclo regolare di 28 giorni cadono all’incirca tra l’11 ed il 18° giorno di ciclo.
Con il petting, e quindi con un contatto soltanto esterno tra i genitali o con la masturbazione non si può rimanere incinta. Inoltre, devi sapere che lo sperma al di fuori dei genitali non sopravvive a lungo, non trovando un ambiente idoneo e dunque nel contatto tra sperma e mani e superfici o genitali  questo perde il suo potere fecondante. E’ piuttosto improbabile che avvenga una gravidanza in questo modo ovvero attraverso eventuali mani sporche . Il rischio potrebbe verificarsi se si introducesse in profondità un dito in vagina con dello sperma appena eiaculato nei giorni fertili della donna, ma non pare essere il tuo caso.
Quindi potete stare tranquilli, è sempre bene ricordare che per poter non incorrere in rischi indesiderati è importante prestare attenzione all’igiene e in caso decidiate di avere rapporti completi utilizzare un metodo contraccettivo in modo da poter vivere la sessualità in maniera serena.
Un caro saluto

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it