Achille Lauro ‘is back’: il 4 dicembre esce ‘1920’. Tutto sul nuovo album

È la prima esperienza di produzione di un intero album live per l’artista
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Achille Lauro ‘is back‘. Il 4 dicembre torna con il nuovo side project dal titolo 1920 – Achille Lauro & The Untouchable Band, disponibile su tutte le piattaforme digitali e negli store in formato cd e vinile. Un atteso regalo di Natale in anticipo per i fan, già disponibile in pre order. 

Sono tornato completamente cambiato da questo viaggio negli anni ’20. La mia concezione di fare musica è sconvolta, tutto ciò che pensavo prima si è capovolto – ha affermato Achille Lauro – Inizialmente mi concentravo solo sulla mia ossessione di seguire da vicino tutti i minimi dettagli del lavoro; oggi, grazie a questa trilogia ‘69 – ‘90 – ‘20, ho capito che è stato tutto solo l’entrèe di quello che sto per proporre”.

Otto tracce, tra brani inediti e riedizioni in pieno ritmo jazz Anni 20, un dialogo tra passato e presente, l’improvvisazione più̀ ricercata. Cover, come ‘My Funny Valentine‘, ‘Tu vuò fa’ l’americano‘ e ‘Jingle Bell Rock‘. Inediti, tra cui ‘Piccola Sophie‘, ‘Pessima e Chicago‘. Riedizioni, come ‘Cadillac 1920‘ e ‘Bvlgari Black Swing‘.

ACHILLE LAURO PUBBLICA SU INSTAGRAM IL LATO A DELL’ALBUM

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da ACHILLE LAURO® (@achilleidol)

Achille Lauro aggiunge al progetto la collaborazione di importanti artisti del panorama musicale italiano, come Gigi D’Alessio e Izi e Gemitaiz, affermate star del mondo urban, come Annalisa, al fianco di Lauro nella serata dei duetti al 70esimo Festival di Sanremo.

Il side project chiude la trilogia di repack del passato: con 1990, tributo alla musica Dance, e a 1969 – Achille Idol Rebirth, dall’animo punk-rock, certificato Disco di Platino da Fimi/Gfk, Achille Lauro dimostra di saper indossare giacche di pelle, tacchi glitter e fedora sempre con la stessa credibilità. 1920 – Achille Lauro & The Untouchable Band prende ispirazione dal desiderio di leggerezza nato durante il Proibizionismo dei primi anni del ‘900. Un sapiente mix di generi e artisti diversi per un esperimento che diventa una vera e propria Jam Session.

1920 – Achille Lauro & The Untouchable Band è la prima esperienza di produzione di un intero album live per l’artista: dopo il live di Taranto con l’orchestra della Magna Grecia diretta dal maestro Piero Romano, Lauro incide un intero progetto musicale con la Untouchable Jazz Band, guidata dal Maestro Dino Plasmati. Partecipazioni d’eccezione, quali quella del maestro Israel Varela alla batteria, o del maestro Flavio Boltro alla tromba, impreziosiscono la già favolosa performance della LJP Jazz Band, che vanta eccellenti musicisti della tradizione jazz e swing.

Sapete quanto io non sia mai stato interessato a seguire una logica dettata dall’industria musicale e le sue mode del momento. Ho sempre fatto la musica per il puro godimento che mi da. Ci sto scopando. Con questo finisce la mia trilogia.  È l’ultimo side-project.Poi cambierà tutto. E per sempre. Intanto divertitevi 💋“, ha scritto Lauro su Instagram. 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da ACHILLE LAURO® (@achilleidol)

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Lucrezia Leombruni
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it