Scuola, al via progetto ‘Cento Libri-Leggere leggeri’

Scrittrici e scrittori collaboreranno con le scuole per eventi dedicati alla promozione della lettura
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – ‘Cento Libri-Leggere leggeri’. È questo il nome del progetto presentato oggi al ministero dell’Istruzione, in collaborazione con l’associazione ‘Piccoli Maestri’, con lo scopo di promuovere iniziative per appassionare i più giovani alla lettura. Cento fra scrittrici e scrittori si metteranno a disposizione delle scuole di secondo grado, partecipando a incontri a distanza in cui saranno letti e discussi testi selezionati fra i cento che l’associazione ha individuato per l’iniziativa.

Alla presentazione del progetto hanno partecipato la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, il docente Marco Lodoli e la scrittrice Elena Stancanelli, che hanno dialogato a distanza con alcuni degli autori coinvolti e con due degli istituti in rete, il liceo ‘Nomentano’ di Roma e il liceo ‘Pitagora’ di Crotone. Fra gli scrittori in collegamento, Stefania Auci, Michela Marzano, Diego De Silva, Marcello Fois, Eraldo Affinati, Lorenzo Pavolini, Marco Malvaldi, Rossana Campo. Fra gli altri autori che hanno già aderito all’iniziativa, Silvia Avallone, Dacia Maraini, Carlo Lucarelli, Concita De Gregorio.

“Nella lista dei cento libri abbiamo scelto di privilegiare il Novecento e le scrittrici- ha spiegato Elena Stancanelli– perché sono testi di cui la scuola si occupa meno e sono importanti”.

“Credo che sia una cosa molto bella- ha dichiarato invece Marco Lodoli– È un invito alla lettura fresco e vivace, che i ragazzi potranno recepire e fare proprio. Una bella scommessa in cui credere”.

“Siamo grati di questa opportunità che ci consentirà di portare in modo nuovo la letteratura nelle scuole e di creare una nuova platea di lettori- ha commentato Auci I libri arricchiscono la nostra esperienza di vita: la lettura è un processo di rispecchiamento, si tratta di un mezzo per conoscere meglio se stessi. Un messaggio che dovrebbe arrivare al maggior numero di ragazzi possibile, in un momento in cui i giovani stanno scontando una pesantissima mancanza di contatti umani”.

“Oggi lanciamo una scommessa importante– ha sottolineato la ministra Lucia Azzolina– Ringrazio le scrittrici e gli scrittori che si stanno mettendo in gioco, che si stanno ‘donando’ alle nostre scuole. Per me la lettura ha sempre significato tutto. Se avessi l’età di una studentessa oggi e mi fosse data la possibilità di dialogare con un autore, mi sentirei davvero molto fortunata. Se con il progetto ‘Cento Libri’ riusciremo a generare nelle nostre ragazze e nei nostri ragazzi amore per la lettura, la nostra sarà una scommessa vinta- ha proseguito- Tengo molto a sottolineare la forte presenza di autrici donne e di testi del Novecento tra le letture proposte. In questo modo garantiamo a studentesse e studenti una finestra su una dimensione culturale ampia, vicina ai nostri tempi”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Redazione Diregiovani
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it