Il Collegio 5, la quinta puntata supera i 2 milioni di spettatori

Boom di giovanissimi davanti la tv per il docu-reality di Rai2

ROMA – Continua il viaggio nel tempo per i ventidue studenti del ‘Regina Margherita’ di Anagni catapultati nel 1992. La quinta puntata de ‘Il Collegio 5’ è stata vista da 2.492.000 spettatori medi, con uno share dell’11,2%. Inoltre, la serata ha raggiunto picchi del 16% con circa 3 milioni di spettatori (2.945.220 alle 21:54). Dati significativi evidenziano il programma, realizzato in collaborazione con Banijay Italia, sempre in testa ai dati Auditel e share: secondo miglior risultato dopo la premiere.

Coinvolgendo spettatori adolescenti e teenager, il docu-reality riesce molto più di altri programmi, a trascinare il suo pubblico, segno della capacità del format di intercettare l’attenzione del proprio interlocutore: nella fascia di età 11-14 anni, lo share complessivo è del 49,1%; in quella femminile tra gli 8 e i 14 anni, il dato è del 47,5% e un risultato altrettanto rilevante arriva dai teen con il 40,2%. Ottima performance anche sui social con 383.756 mila interazioni: è stato il programma più commentato della serata e primo nei trend di Twitter Italia (fonte Nielsen Italia).

ECCO COSA È SUCCESSO NELLA QUINTA PUNTATA

La puntata inizia con la punizione che il Preside assegna a Giulia Scarano a causa delle sue continue intemperanze, solo dopo essere stata in isolamento e aver imparato a memoria alcune terzine de II Canto della Divina Commedia, la giovane pugliese ha potuto finalmente indossare l’ambita giacca rossa.  Il giorno seguente i collegiali hanno solo un pensiero in testa andare in gita ma durante le lezioni della mattina sono particolarmente indisciplinati tanto che il Preside decide che Francati, Dago, Vavalà e Cristini dovranno rimanere in Collegio a studiare. La gita è un’occasione per riscoprire il lavoro in campagna mentre la sera, intorno al falò, i ragazzi iniziano a comprendere il valore dell’amicizia. Ma l’armonia non dura molto, il discorso di fine settimana del Preside e la conferma di Di Piero a primo della classe scatena infatti la rivalità di Andreini che dichiara così di essere disposto a tutto pur di batterlo.

2020-11-25T16:48:20+01:00