Vorrei andare via di casa perché non ho un buon rapporto con i miei…

Salve sono una ragazza di 18 anni e quest’anno che sono diventata maggiorenne vorrei andare via di casa in quanto con i miei genitori non ho mai avuto un buon rapporto e spesso, nell’ultimo periodo, mi è capitato di scontrarmi in maniera molto forte con loro, arrivando anche alle mani. Il problema è che non saprei dove andare e neanche come mantenermi, ma sono veramente esausta di questa situazione. Non so che fare, spesso trascorro le mie notti piangendo, ma non riesco a trovare nessuna soluzione. Posso chiedervi una mano? Vi ringrazio anticipatamente per la risposta.

Ale, 18 anni


Cara Ale, da quello che ci racconti ci arriva un forte stato di sofferenza e ed un malessere generalizzato dovuto a quello che accade nella convivenza a casa con i tuoi. Contestualmente ci arriva un senso di impotenza e di difficoltà nel riuscire a trovare una via d’uscita a questa estenuante situazione. 

Purtroppo il compimento della maggiore età non sempre corrisponde all’acquisizione di uno stato di totale autonomia, di indipendenza economica e sociale e pertanto forse questa non potrebbe essere una soluzione da poter metter in atto rapidamente. Per pensare e pianificare un’uscita da casa dovresti probabilmente prima di tutto trovare un lavoro che ti consenta di mantenerti. Fermo restando che la progettualità personale dovrebbe costruirsi su un percorso maturativo fatto di consapevolezze e desideri e non solo come modalità di fuga da ciò che non fa star bene. 

Comprendiamo quanto tu possa sentirti ferita ed esausta dai ripetuti episodi di scontro verbale e fisico derivati da il fatto di non avere un buon rapporto con i tuoi genitori e non ci sembra adeguato che tutto questo si protragga; l’adolescenza è risaputo esser un terreno di scontro e incomprensione con i genitori, ma sarebbe auspicabile che non si arrivasse a delle situazioni estreme. 

Per prima cosa sentiamo di suggerirti di rivolgerti ad un servizio di ascolto psicologico: potresti recarti presso un Consultorio della tua città, dove spesso non occorre prendere appuntamento, e chiedere un aiuto a degli specialisti. Sarebbe importante che tu cominciassi un percorso di sostegno psicologico che includa anche la possibilità che i tuoi familiari possano parteciparvi per comprendere, affrontare e disinnescare insieme i motivi che vi portano a questo malessere. 

Al contempo crediamo che forse dovresti cercare nuovi spazi e modalità di entrare in contatto con i tuoi genitori ed esplicitare loro la tua sofferenza e il tuo desiderio forte di andar via; probabilmente non sarà semplice coinvolgerli, ma crediamo che valga la pena far un tentativo di dialogo per arrivare tutti alla consapevolezza che i momenti di scontro e incomprensione sono diventati eccessivi. 

Cerca di trovare la forza dentro di te per affrontare tutto quello che stai vivendo con coraggio e non esitare a chieder nuovamente aiuto se ne sentissi il bisogno. 

Noi ci siamo e attendiamo tuoi aggiornamenti se vorrai. 

Un caro saluto! 

2020-11-26T16:35:59+01:00