David di Donatello, Ozpetek protagonista della prima masterclass dedicata alle scuole

Gli studenti potranno interagire con il regista tramite commenti e domande in diretta. Appuntamento domani 3 dicembre
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Ferzan Özpetek è protagonista il 3 dicembre della prima masterclass del progetto ‘Nel Labirinto del Cinema‘, realizzato dall’Accademia del Cinema Italiano – Premi David di Donatello con il contributo del bando Miur Cips – Cinema e Immagini per la Scuola‘ per l’anno scolastico 2020/2021.

Il regista sarà in collegamento streaming con gli studenti di Foggia in un incontro che avrà come oggetto La Dea Fortuna, il suo ultimo film, vincitore di due David di Donatello nella scorsa edizione: Jasmine Trinca come Migliore attrice protagonista e Diodato per la Migliore canzone originale con ‘Che vita meravigliosa’.

Il progetto è stato ideato per essere fruibile sia in classe che in Dad (didattica a distanza), gli studenti potranno collegarsi per vedere il film sulla piattaforma dedicata del David e successivamente partecipare alla masterclass e incontrare il regista, con il quale potranno comunicare tramite commenti e domande in diretta.

L’incontro sarà moderato dalla giornalista del Corriere della Sera Stefania Ulivi ed è il primo di un ciclo di 7 masterclass che coinvolgeranno le scuole superiori di molte città italiane: da Olbia a Pesaro e Urbino, da Ancona ad Acireale, da Firenze a Pisa. Per ogni città un film diverso, una masterclass ogni volta alla presenza del regista, degli attori o del cast artistico e tecnico coinvolto nella realizzazione del film. L’obiettivo è offrire uno sguardo ravvicinato e dall’interno alla ‘macchina dei sogni’ senza rinunciare all’educazione al cinema in tempi di difficoltà non solo per le sale, ma anche per la didattica. 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Lucrezia Leombruni
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it