‘Positive xmas papers’: la carta da regalo per essere ‘contagiosi in modo diverso’

La speciale carta da regalo degli studenti IED Milano nasce per spargere con ironia segni di creatività. Il ricavato della vendita andrà a Save The Children

Roma – Dodici carte da regalo natalizie in cui i simboli classici delle festività si fondono ironicamente con quelli divenuti parte della nostra nuova normalità. Positive xmas papers è una carta d’autore creata dai giovani designer dello IED Milano, per dare una nuova e ulteriore accezione alla parola positivo, ovvero essere contagiosi ma in modo diverso rispetto a quanto abbiamo sperimentato da nove mesi a questa parte: ad esempio spargendo con ironia segni di creatività sulla carta da regalo che useremo per impacchettare i doni di un Natale che ricorderemo e in cui il desiderio di festa dovrà convivere con il momento storico che stiamo attraversando.

Mascherine e tamponi si camuffano da fiocchi di neve, renne e biscotti di marzapane, in un prodotto decorativo in apparenza solo natalizio, ma che invece “nasconde” messaggi di attenzione e di racconto della realtà che viviamo, con un pizzico di ironia e nel rispetto dell’attuale situazione di emergenza. La collezione di carte da regalo Positive xmas papers è disponibile per l’acquisto online sul sito di 4Graph fino al 15 dicembre, con un duplice obiettivo benefico: oltre che far sorridere, contribuirà a raccoglierà fondi per Save The Children, cui sarà devoluto l’intero ricavato della vendita.

«Positive xmas papers è una nuova occasione per portare concretamente il design fuori dalle aule e sotto gli occhi di tutti, evidenziandone, anche con ironia, la sua essenza di intelligenza resa visibile – commenta Giuseppe Liuzzo, Coordinatore del Corso Triennale di Graphic Design IED MIlano – Questo Natale sarà unico. E se e anche fare regali e soprattutto scambiarseli in presenza sarà più difficile, incartarli con questa speciale collezione di carte significherà far riflettere e strappare un sorriso a chi li riceverà: un sorriso che, benché coperto da una mascherina e offerto ad un metro di distanza, potrà farci di nuovo capire il vero significato dell’essere positivi». 

2020-12-03T13:57:06+01:00