La notte il sonno è di nuovo agitatissimo, non riesco a dormire…

Buongiorno mi chiamo Milena ho 30 anni. Da un anno mi sono trasferita a Torino per lavoro dove vivo da sola. Vi scrivo perché dal primo lockdown sto dormendo molto male, mi sveglio la notte, faccio fatica a riaddormentarmi, a volte nemmeno ci riesco e resto sveglia fino alle 3/4 del mattino. Ovviamente la mattina mi sento spossata, la sera sono stanchissima e crollo, ma poi la notte il sonno è di nuovo agitatissimo. Per me che sono stata sempre una dormigliona questa è una cosa del tutto inaspettata e che mi preoccupa parecchio perché non ho energie per affrontare la giornata, sono nervosa, scostante e sempre stanca. Ho letto dei consigli sull’igiene del sonno e li sto rispettando, ma senza nessun risultato. Da qualche settimana ho anche iniziato a prendere la melatonina, ma nemmeno questa mi ha aiutato poi molto. Non so a chi rivolgermi. Vi prego aiutatemi a capire cosa mi sta succedendo e cosa posso fare per risolvere (spero) questo problema.

Milena, 30 anni


Cara Milena,
in questo momento di emergenza COVID19 molte persone stanno avendo ripercussioni sul sonno questo probabilmente correlato ad uno stato di ansia e paura che genera questa situazione. Comprendiamo il tuo sentirti spossata, nervosa durate la giornata avendo un sonno così discontinuo.
In passato hai già sofferto di disturbi legati al sonno? Quale aspetto di questo momento storico pensi he possa destarti maggiore agitazione? La paura del contagio, l’essere da sola, la preoccupazione per i propri cari, la lontananza o ancora preoccupazioni per il lavoro?… Non conoscendo bene la tua storia proviamo solo a fare delle ipotesi.
Siccome il sonno è molto importante, fai bene a prestare cura all’igiene del sonno. Potrebbe essere utile anche limitare l’uso di caffè, bevande o sostanze stimolanti soprattutto durante il pomeriggio; ma anche limitare l’uso di tablet, smartphone o di altri dispositivi durante la sera perchè sono degli attivatori. Prova a confrontarti con il tuo medico di base per monitorare se il dosaggio della melatonina è corretto o se c’è qualche altro prodotto naturale che possa avere un maggiore impatto. 
Qualora l’agitazione dovesse persistere potrebbe essere utile anche confrontarsi con uno Psicologo per elaborare meglio la parte emotiva e trovare delle strategie più efficaci per combattere l’ansia.
Un caro saluto!

9 Dicembre 2020