Mi sento molto sola e non riesco a parlare con nessuno…

Ciao Esperti,
vi scrivo perché sento un forte malessere nell’ultimo periodo. Mi sento molto sola e non riesco a parlare con nessuno dei miei problemi. Sono sempre stata una persona molto forte ma nell’ultimo periodo spesso mi capita di scoppiare a piangere senza motivo e le persone che conoscono mi dicono di non riconoscermi più. Non so cosa sia accaduto e vorrei tanto trovare una soluzione, ma da sola proprio non ci riesco.

Mara, 15 anni


Cara Mara,
comprendiamo ciò che scrivi e ti ringraziamo per esserti aperta ed averci donato le tue riflessioni.
E’ un momento fuori dall’ordinario che sta mettendo tutti a dura prova, a volte ricordare che in questo momento si è tutti esposti allo stesso rischio e paure può essere di conforto nel sentirsi meno soli.
Diversi ragazzi ma anche adulti ci stanno scrivendo di come, in questo momento di grande restrizione, siano aumentati attacchi di panico, pianti, tachicardie, senso di vuoto e di rabbia.
Solitamente la giornata era divisa tra scuola, impegni, sport, attività, tutto sembrava scandito in maniera precisa e si potevano controllare o eludere le parti più vulnerabili di noi. Ora che ci viene chiesto questo grande sforzo di attenerci alle varie restrizioni è come se il tempo fosse dilatato e la parte emotiva straripasse infiltrandosi nei pensieri ma soprattutto nel corpo.
Inoltre, in adolescenza è naturale avere degli alti e bassi emotivi, a maggior ragione adesso, viste le restrizioni che vi sono state richieste e il sentirvi “in sospeso”.
Non conosciamo la tua storia non sappiamo se questa è la prima volta che ti capita. Cosa ti preoccupa di più? Queste crisi di pianto vengono rispetto ad un pensiero in particolare? Stai mantenendo il contatto con i tuoi amici?…

Sicuramente sei preoccupata però sappi che potrebbe essere un periodo passeggero, ma se così non fosse, potresti parlare con qualcuno di cui ti fidi. Parlare, raccontare cosa si prova, si sente e si pensa, aiuta a fare ordine. Non devi affrontare tutto da sola, prova a condividere i tuoi pensieri con i tuoi genitori o con un’amica. Potresti valutare di parlare con uno psicologo, potresti recarti allo sportello d’ascolto scolastico, oppure presso un consultorio, se presente nella tua zona. 
Se vuoi puoi continuare a dirci cosa ne pensi e a raccontarci  di te.
Un caro saluto

 
10 Dicembre 2020