Le parole del 2020: ecco cosa abbiamo cercato quest’anno su Google

In Italia, come nel resto del mondo al primo posto troviamo la parola 'Coronavirus', seguita da 'Elezioni americane'
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Come ogni anno, Google ha realizzato delle liste con gli argomenti di tendenza del 2020, ovvero i temi che sono stati più cercati dagli utenti del web, a livello locale e globale. Il metodo utilizzato dal motore di ricerca è quello di inserire temi la cui crescita è stata esponenziale rispetto all’anno prima. Infatti, non potrebbe essere una classifica di tipo assoluto: alcune esplorazioni restano costanti nel tempo e se venissero considerate si troverebbero sempre in cima alla classifica.

Questo 2020 è stato di certo un anno anomalo e alcune parole legate alla pandemia sono state il minimo comune denominatore non solo delle query nazionali, ma anche di quelle mondiali. Per quanto riguarda l’Italia, al primo posto troviamo ‘Coronavirus’, come appunto c’era da
aspettarsi, seguito, e forse non è scontato, da ‘Elezioni USA’.
Abbiamo poi termini legati all’ambito scolastico e in particolare alla didattica a distanza, la cosiddetta Dad: ‘Classroom’ – servizio web gratuito di Google per scuole e le università per
l’assegnazione e la distribuzione di materiale di studio e per le valutazioni – e Weschoolpiattaforma di classe digitale, usufruibile da App o computer, con la possibilità di “invitare gli
studenti, creare lezioni, condividere materiali, discutere, gestire lavori di gruppo, verifiche e test” e con la disponibilità di “un’aula virtuale per le lezioni in diretta e una chat”.
Al quinto posto della classifica con ‘Nuovo Dpcm’, si fa riferimento ai decreti che periodicamente sono stati emanati
dal governo e che hanno interessato direttamente i singoli cittadini nella loro quotidianità, per molti un incubo su cui però il popolo della rete ha spesso saputo anche fare dell’ironia.

Purtroppo le tragedie, non solo a causa del Covid, non sono mancate: ci hanno lasciati personaggi di spessore come Kirk Douglas, Ezio Bosso, Ennio Morricone, Franca Valeri, Chadwick Boseman, Philippe Daverio, Sean Connery, Gigi Proietti. In tendenza, in questo caso, due giganti dello sport:
‘Diego Armando Maradona‘, morto lo scorso 25 novembre in condizioni ancora da accertare completamente, e ‘Kobe Bryant‘, deceduto insieme alla figlia Gianna Maria e ad altre sette persone sull’elicottero che li trasportava.

Con l’ottava posizione si torna all’online con la parola ‘Meet‘: applicazione di teleconferenza sviluppata da Google, molto utilizzata anche per l’università. Agli ultimi due posti, un po’ stranamente, infine, è ancora il virus a fare da protagonista: ‘Contagi‘ e ‘Protezione Civile‘.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Sausan Khalil
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it