Il mio ciclo mestruale dalla quarantena ha smesso di essere regolare...

Il mio ciclo mestruale dalla quarantena ha smesso di essere regolare…

Buon pomeriggio Dottori,
vi scrivo perché sono molto preoccupata per il mio ciclo mestruale che da quando abbiamo cominciato la quarantena ha smesso di essere regolare. Sono sempre stata abbastanza regolare in passato, ma ora non so che sia successo. A volte ci sono mesi in cui mi salta completamente, altre volte viene regolarmente ma ho perdite molto molto abbondanti. Sento che c’è qualcosa di strano. Da cosa può dipendere? Ho paura di parlarne a casa perché non vorrei far preoccupare i miei genitori.
Aspetto con ansia una vostra risposta e vi ringrazio.

Anonima, 16 anni


Cara Anonima,
sappiamo che il periodo della pandemia ha generato in molte persone agitazione, ha risvegliato vecchie ansie e messo in moto un insieme di processi emotivi e corporei che possono impattare sul normale equilibrio personale. Anche il ciclo mestruale, in termini di durata e flusso, rientra tra quei processi corporei fortemente influenzabili anche dagli stati emotivi.
Devi sapere che il ciclo non è sempre uguale per una ragazza e donna, ma subisce influenze di diversi fattori quali: oscillazioni ormonali, cambi stagionali, cambi di abitudini alimentari e periodi di ansia o stress. Alla tua età inoltre, può capitare che il ciclo subisca delle irregolarità, senza che ciò significhi che qualcosa non va. 
Probabilmente diversi fattori possono aver inciso su queste irregolarità, e ci sembra importante che tu possa condividerlo con degli adulti di riferimento.
Con una consulenza online, non possiamo dirti esattamente quali siano le cause, perciò sarebbe importante, se hai un ginecologo di fiducia, di parlargliene, anche per capire come gestire questi cambiamenti e per trovare le soluzioni per te più corrette.
Se vuoi, torna pure a scriverci. 

Un caro saluto! 

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it