E' possibile rimanere incinta in seguito al petting, siamo preoccupati...

E’ possibile rimanere incinta in seguito al petting, siamo preoccupati…

Salve Esperti,
vorrei sapere se è possibile rimanere incinta in seguito a del petting. Dopo aver fatto petting con la mia ragazza non le è più venuto il ciclo. Sono passate due settimane dal giorno in cui era previsto, ma niente. Lei è molto spaventata e non so proprio come rassicurarla, anche perchè ho paura anche io. Quando siamo insieme cerco di tranquillizzarla ma credo che lei cmq percepisca la mia paura di base. Attendo una vostra risposta e vi ringrazio.

Marco, 16 anni


Caro Marco,
capiamo la tua preoccupazione, sai è naturale alle prime esperienze, sentirsi spaesati ed un po’ spaventati, le emozioni sono tante e non si conosce ancora bene il proprio corpo e quello dell’altro, quindi affiorano tanti dubbi, noi proviamo a darti qualche informazione in più.

E’ improbabile che con il petting si resti incinta poiché affinché s’instauri una gravidanza deve esserci un rapporto completo con penetrazione ed eiaculazione interna agli organi genitali femminili durante i giorni fertili della donna. Quindi il liquido spermatico deve essere rilasciato nella cavità vaginale per dar avvio al processo fecondativo. 
Perciò il ritardo del ciclo della tua ragazza potrebbe essere dovuto a diversi fattori, in adolescenza è molto frequente l’irregolarità, inoltre fattori come sbalzi ormonali, cambi stagionali o stress influiscono causando cambiamenti nella durata o nella quantità del ciclo mestruale. Anche la preoccupazioni e dunque lo stress provato per questa situazione potrebbe aver influito sul ritardo.
Vi consigliamo di provare a tranquillizzarvi, e se il ritardo dovesse continuare potresti consigliare alla tua ragazza di parlare con un adulto di cui si fida e magari rivolgersi ad un ginecologo o ad un consultorio per accertarne le cause in modo da rasserenarvi.
Un caro saluto 

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it