Controllo sempre a fine rapporto sotto l’acqua se il preservativo è intatto…

Salve volevo chiedervi una cosa, io e la mia ragazza facciamo ogni rapporto protetto da preservativo e ogni volta controllo a fine rapporto sotto l’acqua se il preservativo è intatto. Volevo chiedervi se è un contraccettivo sicuro perché noi lo usiamo da iniziò rapporto fino alla fine con di solito eiaculazione esterna per sicurezza quindi mai dentro. È successo però che sto mese alla mia ragazza ha strani sintomi e ha un ritardo del ciclo da quasi 10 giorni, ieri ha avuto un po’ di nausea e vomito ma dopo passato subito e si sente sempre un po’ giù di morale e con voglie da cibo, possono essere sintomi che il ciclo sta arrivando? Perché non ha dolori alle ovaie ne al seno niente di niente. Poi un altro dubbio è successo qualche volta che il preservativo prima di inserirlo del tutto mi accorgevo che era il senso sbagliato e lo giravo e mettevo nel verso giusto, però ancora prima di infilarlo provavo solo a vedere se scendeva. Però il preservativo non si è mai e poi mai rotto solo il mese scorso ma le mestruazioni gli erano arrivate con leggero ritardo, volevo chiedere se può essere a rischio di una gravidanza indesiderata. Grazie per le risposte cordiali saluti

Stefano


Caro Stefano,
utilizzare il preservativo dall’inizio alla fine del rapporto, senza incidenti di percorsi come rottura o lesioni, può essere considerato un contraccettivo sicuro. Anche fare la successiva prova con l’acqua è un ulteriore passaggio che vi dimostra l’integrità del preservativo. Anche il fatto che tu possa sbagliare all’inizio verso ma poi modificarlo in tempo è un altro fattore di protezione.
Il ciclo può subire delle variazioni che non sempre sono da attribuire ad una gravidanza. Possono esserci fisiologiche oscillazioni ormonali, infezioni, la presenza di cisti, alterazioni del ciclo sonno/veglia, drastici cambi nell’alimentazione ma soprattutto lo stress emotivo. Quando si verifica una situazione di stress vengono prodotti due ormoni il cortisolo e l’adrenalina che ci consentono di far fronte a una situazione di emergenza. Se la situazione si prolunga la reazione “ormonale” di allarme va ad influenzare l’ipotalamo, dove risiedono anche le strutture di controllo del ciclo mestruale.
Da quello che ci racconti non dovrebbero esserci rischi, potete stare tranquilli. Qualora le irregolarità dovessero persistere potrebbe essere utile per la tua ragazza confrontarsi con il suo ginecologo e approfondire le cause di queste irregolarità.
Se hai altri dubbi, torna a scriverci.
Un caro saluto!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it