Scuola, l'istruzione al centro della Festa dell'architetto

Scuola, l’istruzione al centro della Festa dell’architetto

Dal 27 al 29 gennaio
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – ‘Costruire l’educazione. Il progetto dei luoghi della scuola come misura del futuro’. È questo il tema centrale della Festa dell’Architetto in programma a Roma da domani al 29 gennaio. Una riflessione proposta dal Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori (CNAPPC) sull’importanza dell’istruzione come pilastro fondamentale dello sviluppo economico del Paese. Un vero e proprio progetto di futuro, dunque, perché oltre all’emergenza sanitaria generata dal Covid-19 esiste da oltre vent’anni una ancor più grave emergenza educativa che rende indispensabile diversificare gli aspetti didattici per trasformare l’insegnamento da passivo in attivo, in ambienti funzionali a tali obiettivi, progettati per l’apprendimento e la centralità dello studente, trasformando l’edilizia scolastica in architettura scolastica.

Numerosi gli interventi dei rappresentanti delle istituzioni locali, nazionali ed europee – oltre a quelli di studiosi, esperti e professionisti – che prenderanno parte alla tre giorni di iniziative che saranno ospitate – nel rigoroso rispetto delle disposizioni in vigore – nella sede del CNAPPC, alla Camera di Commercio di Roma, Sala del Tempio di Adriano, al Centro congressi Palazzo Rospigliosi e in diretta streaming su architettiperilfuturo.it. Sarà l’Assessore all’Urbanistica del Comune di Roma, Luca Montuori, a dare il via ai lavori, alle 15 del 27 gennaio, che prenderanno le mosse dall’intervento video di Ursula von der Leyen, Presidente della Commissione europea.

Nella stessa giornata, alle 17.15, è previsto anche l’intervento in presenza del ministro per gli Affari europei, Vincenzo Amendola. Alla Festa dell’Architetto parteciperanno anche – con un video messaggio – il 28 gennaio alle 18.20 la viceministra dell’Istruzione, Anna Ascani e, in presenza, nella giornata conclusiva – il 29 gennaio alle 17.30 – la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina e, alle ore 18, la sindaca di Roma Virginia Raggi.

Sempre nell’ultima giornata verranno consegnati i Premi ‘Architetto italiano’, ‘Giovane Talento dell’Architettura Italiana’ – dedicati anch’essi al tema Scuola – e il Premio Speciale ‘(Ri)progettare la scuola con le nuove generazioni post Covid-19’.

Tra le iniziative previste, la presentazione del Museo virtuale del CNAPPC – visitabile tramite app in modalità realtà aumentata – nel quale saranno esposte le mostre ‘Le migliori scuole degli ultimi cinque anni’ e ‘Le migliori idee e proposte per una scuola che guarda al futuro’, i lavori e le visioni dei bambini e ragazzi partecipanti alla II edizione del Progetto ‘Abitare Il Paese. La Cultura della Domanda – Bambini e Ragazzi per un progetto di futuro prossimo’ oltre che i progetti vincitori del ‘Concorso 51 Scuole innovative’.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Redazione Diregiovani
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it