Scuola, l’istruzione al centro della Festa dell’architetto

Dal 27 al 29 gennaio
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – ‘Costruire l’educazione. Il progetto dei luoghi della scuola come misura del futuro’. È questo il tema centrale della Festa dell’Architetto in programma a Roma da domani al 29 gennaio. Una riflessione proposta dal Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori (CNAPPC) sull’importanza dell’istruzione come pilastro fondamentale dello sviluppo economico del Paese. Un vero e proprio progetto di futuro, dunque, perché oltre all’emergenza sanitaria generata dal Covid-19 esiste da oltre vent’anni una ancor più grave emergenza educativa che rende indispensabile diversificare gli aspetti didattici per trasformare l’insegnamento da passivo in attivo, in ambienti funzionali a tali obiettivi, progettati per l’apprendimento e la centralità dello studente, trasformando l’edilizia scolastica in architettura scolastica.

Numerosi gli interventi dei rappresentanti delle istituzioni locali, nazionali ed europee – oltre a quelli di studiosi, esperti e professionisti – che prenderanno parte alla tre giorni di iniziative che saranno ospitate – nel rigoroso rispetto delle disposizioni in vigore – nella sede del CNAPPC, alla Camera di Commercio di Roma, Sala del Tempio di Adriano, al Centro congressi Palazzo Rospigliosi e in diretta streaming su architettiperilfuturo.it. Sarà l’Assessore all’Urbanistica del Comune di Roma, Luca Montuori, a dare il via ai lavori, alle 15 del 27 gennaio, che prenderanno le mosse dall’intervento video di Ursula von der Leyen, Presidente della Commissione europea.

Nella stessa giornata, alle 17.15, è previsto anche l’intervento in presenza del ministro per gli Affari europei, Vincenzo Amendola. Alla Festa dell’Architetto parteciperanno anche – con un video messaggio – il 28 gennaio alle 18.20 la viceministra dell’Istruzione, Anna Ascani e, in presenza, nella giornata conclusiva – il 29 gennaio alle 17.30 – la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina e, alle ore 18, la sindaca di Roma Virginia Raggi.

Sempre nell’ultima giornata verranno consegnati i Premi ‘Architetto italiano’, ‘Giovane Talento dell’Architettura Italiana’ – dedicati anch’essi al tema Scuola – e il Premio Speciale ‘(Ri)progettare la scuola con le nuove generazioni post Covid-19’.

Tra le iniziative previste, la presentazione del Museo virtuale del CNAPPC – visitabile tramite app in modalità realtà aumentata – nel quale saranno esposte le mostre ‘Le migliori scuole degli ultimi cinque anni’ e ‘Le migliori idee e proposte per una scuola che guarda al futuro’, i lavori e le visioni dei bambini e ragazzi partecipanti alla II edizione del Progetto ‘Abitare Il Paese. La Cultura della Domanda – Bambini e Ragazzi per un progetto di futuro prossimo’ oltre che i progetti vincitori del ‘Concorso 51 Scuole innovative’.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Redazione Diregiovani
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it