Facebook, nel news feed saranno ridotti i contenuti politici

Facebook, nel news feed saranno ridotti i contenuti politici

Ad affermarlo è il fondatore Zuckerberg: "Vogliamo scoraggiare conversazioni divise"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Scoraggiare conversazioni divisive”. Con questa motivazione Zuckerberg, ha annunciato che Facebook non raccomanderà più ai propri utenti gruppi a scopo politico.

La dichiarazione del numero uno del social netork arriva in occasione della teleconferenza di presentazione della trimestrale: “Intendiamo mantenere i gruppi civici e politici al di fuori dei suggerimenti per lungo tempo ed espandere questa politica a livello globale”, ha detto Zuckerberg spiegando che ad essere ridotti saranno anche i contenuti politici nel news feed degli utenti “per abbassare la temperatura e scoraggiare una conversazione divisiva”.

Facebook riduce i contenuti politici dopo i fatti di Capitol Hill?

Un nobile intento quello di Zuckerberg, che però non può essere valutato al netto dei fatti di Capitol Hill e del conseguente blocco del profilo dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump (anche da parte di Amazon, Twitter e Google). Proprio a seguito di questa ‘presa di posizione’ dei social network infatti, molti si sono chiesti quanto potere hanno queste piattaforme, di fatto strumenti in mano a privati e quanto l’operato dei social possa in certe occasioni essere accostato alla ‘censura’.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Sausan Khalil
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it