Roma, al via fase provinciale del Premio Scuola Digitale

Terza edizione del concorso per l'innovazione promosso dal Mi
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Una sfida fra i migliori progetti di innovazione digitale delle scuole della provincia di Roma. È giunto quest’anno alla sua terza edizione il Premio Scuola Digitale, promosso dal ministero dell’Istruzione, con l’IIS ‘Einaudi’ di Roma come scuola polo. L’istituto invita tutte le scuole del primo e del secondo ciclo di istruzione di Roma e provincia a presentare progetti innovativi di didattica digitale integrata. La scadenza per la presentazione delle candidature, unica a livello nazionale, è fissata al 25 febbraio 2021.

Le candidature devono essere presentate dalle scuole direttamente sulla piattaforma ‘PNSD – Gestione Azioni’ accessibile dall’area riservata del portale del ministero dell’istruzione: www.istruzione.it/scuola_digitale/index.shtml.

“Le istituzioni scolastiche possono presentare un solo progetto- si legge nella lettera diffusa dall’IIS ‘Einaudi’- non candidato o premiato in altri concorsi, svolto o in corso di svolgimento per il biennio 2019-2021, che proponga modelli innovativi e buone pratiche di didattica digitale integrata curricolare ed extracurricolare, in grado di produrre un significativo impatto sull’apprendimento delle competenze digitali, valorizzando la produzione di contenuti didattici digitali e la partecipazione attiva delle studentesse e degli studenti”.

In fase di candidatura è chiesto alle scuole di allegare: una scheda descrittiva del progetto; il link alla documentazione; il caricamento del video del pitch solo se già predisposto; la dichiarazione da parte del dirigente scolastico relativa all’acquisizione delle liberatorie e alla conferma della non candidatura del progetto al altri concorsi e premi.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Redazione Diregiovani
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it