I miei genitori non sono d’accordo sul mio ragazzo e ci siamo lasciati…

Come uscire da un brutto periodo che sembra non avere fine? Purtroppo è da un bel periodo che mi trovo in una situazione grande e complicata… È iniziato tutto da quando ho conosciuto il mio ragazzo. I miei non erano d’accordo e più di una volta cercavano sempre di chiamarmi ogni volta che stavo con lui. Non erano d’accordo per il semplice motivo che pensavano che non fosse adatto a me per molte motivazioni che non sto a spiegare in quante molto personali . Il punto è che mi ci sono lasciata per causa loro. Io ho 20 anni e voglio prendere le miei decisioni,  l’ho frequentato per 8 mesi e lo conosco io anche perché davvero non stiamo nel medioevo che ci sono unioni forzate volute dai genitori… Anche perché io sono libera e autonoma e appunto devo decidere con chi stare. Cosa mi consigliate di fare?

Anonima, 20 anni


Cara Anonima,
ci colpisce la tua storia segnata da una lotta costante: un amore ostacolato dai tuoi genitori, un amore che è cominciato con delle difficoltà per poi concludersi contro la tua volontà. Siamo d’accordo con te sul fatto che in amore non esistono regole o canoni predefiniti, che bisogna esser liberi e soprattutto che alla tua età non funzionerebbero le unioni forzate. Allo stesso è frequente il fatto che i genitori con i loro desideri, le loro proiezioni e il loro istinto innato di proteggere i figli cerchino di intervenire anche indirettamente sulla vita dei figli. Questa non è una giustificazione, ma a volte può rendere più chiaro alcune dinamiche.
Il vostro rapporto ci sembra di capire sia stato messo costantemente in discussione a causa di questo giudizio costante. Ma oltre ai tuoi genitori, tu cosa pensi di questa storia, c’erano altre criticità nel vostro rapporto? E’ solo stanchezza? Cosa vi è mancato?…
Togliere dal campo l’ingombro dei tuoi genitori potrà aiutarti a capire quali limiti ma soprattutto quali risorse attivare per preservare invece il vostro amore. A volte è più facile trovare un nemico esterno piuttosto che soffermarsi su altro.

L’amore va coltivato, deve affrontare diverse sfide per natura ma voi dovete essere pronti forse a non cadere in queste trappole proiettive e partire proprio da voi, dalla necessità di non ferirvi e continuare ad essere complici.
Potresti, probabilmente, parlare nuovamente con i tuoi genitori di questa sofferenza e far comprendere che la frequentazione che hai avuto con lui ti ha fatto conoscere e apprezzare la persona che è realmente. Magari creare occasioni in cui i tuoi genitori possano conoscere meglio il tuo ragazzo, potrebbe essere una possibilità per smorzare alcuni pregiudizi. 
Se vi è ancora uno spiraglio aperto tra voi due, prova a capire se è possibile ricominciare in modo diverso, ovvero con maggiore tranquillità e con minori interferenze esterne. Ci possono essere forze contrarie e opposte ma ci sembra importante che tu possa ripartire da te, dai tuoi sentimenti e dai tuoi bisogni.
Speriamo riuscirai a trovare presto la strada giusta per recuperare la tua serenità. Torna a scriverci se ti va.
Un caro saluto! 

10 Febbraio 2021