‘Educare al rispetto’, il progetto del liceo Marconi di Pesaro

Oggi primo incontro di formazione con i giornalisti dell'agenzia Dire

ROMA – “Educare al rispetto è un macrotema che ha moltissime sfaccettature: dall’integrazione ai valori costituzionali, dall’inclusione al rispetto delle differenze. La memoria sarà il nostro punto di partenza, perché la conoscenza del passato ci permette di vivere e interpretare il presente con maggiore consapevolezza”. Così Giulio Giarrocco, formatore della redazione scuola dell’agenzia di stampa Dire, ha presentato oggi il progetto ‘Educare al rispetto – A forza di essere vento’, durante il primo incontro a distanza con una classe del liceo ‘Marconi’ di Pesaro, scuola capofila.

Un progetto che a partire dalla tragedia, troppo spesso dimenticata, della Shoah di Rom e Sinti durante la Seconda guerra mondiale, affronterà più in generale con i giovani il tema delle diverse forme di violenza e discriminazione, nel passato e nel presente. Grazie alla collaborazione dell’agenzia di stampa Dire e diregiovani.it gli studenti verranno coinvolti attivamente per stimolarli a riflettere sui temi del progetto. Come l’incontro di questa mattina, per offrire agli studenti gli strumenti necessari per diventare protagonisti attivi della campagna di comunicazione nazionale.

Dalla struttura di un articolo di giornale alla tecnica dell’intervista, dalla fotografia al video servizio, ai ragazzi verrà fornita una cassetta degli attrezzi per strutturare i loro contributi nel modo più efficace. Gli esperti e i giornalisti dell’agenzia Dire affronteranno con gli studenti il tema della memoria storica e li stimoleranno così a realizzare contenuti originali per fornire il loro punto di vista sulle tematiche del progetto, sugli eventi o sulle date significative del nostro passato. Tutti i lavori prodotti verranno pubblicati sulla piattaforma La Scuola Fa Notizia e rilanciati dai canali social dell’agenzia e diregiovani.it.

2021-02-19T15:01:08+01:00