Le opere di Raffaello in gigapixel

Nella galleria virtuale di Haltadefinizione, sei nuove opere di Raffaello custodite alla Galleria Palatina e alla Galleria degli Uffizi

ROMA – Proseguono le operazioni di valorizzazione del patrimonio artistico a opera di Haltadefinizione, tech company di Franco Cosimo Panini Editore: nella sua image bank sono ora disponibili sei nuovi capolavori di Raffaello in gigapixel.

Sono state digitalizzate importantissime opere dell’artista urbinate: la Velata, la Madonna del Granduca, il Ritratto del Cardinal Bibbiena, il Ritratto di Tommaso Inghirami detto “Fedra” e il Ritratto di giovane con pomo, dipinti custoditi alla Galleria Palatina, oltre a San Giovannino esposto alla Galleria degli Uffizi.

Le nuove acquisizioni si aggiungono alla galleria virtuale dei capolavori di Raffaello in altissima definizione, una collezione digitale che consente di ripercorrere le tappe principali che hanno determinato l’immenso successo dell’artista.

Tra queste citiamo il Miracolo degli Impiccati, la tavola della predella appartenente alla Pala Baronci, prima opera commissionata a Raffaello a soli 17 anni, lo Sposalizio della Vergine, il dipinto che segna la maturità pittorica di Raffaello e il superamento del Maestro Perugino, e la Fornarina, profondamente legata alla vita privata dell’artista, e tra le ultime opere dipinte prima della prematura scomparsa nel 1520.

“La digitalizzazione oggi può considerarsi uno dei mezzi principali per rendere il patrimonio accessibile e fruibile al pubblico su larga scala” racconta Luca Ponzio, fondatore della tech company. “I progetti che portiamo avanti insieme al nostro partner tecnologico Memooria, hanno come obiettivo principale la divulgazione, la conoscenza e la conservazione dei beni culturali, attraverso l’applicazione delle più moderne tecniche fotografiche. Il digitale, oggi, ci permette di salvaguardare la memoria del nostro patrimonio”.

Sul sito di Haltadefinizione è possibile intraprendere un indimenticabile viaggio tra le pennellate di Raffaello tra dettagli, sguardi e simboli che ci portano alla scoperta del passato attraverso i grandi capolavori dell’arte.

2021-02-25T12:46:05+01:00