‘Astrosamantha’ torna nello spazio: nuova missione sulla Iss per la Cristoforetti

Sarà la sua seconda esperienza in orbita: nel 2014, fu protagonista della missione 'Futura' dell'Asi, grazie a cui divenne la prima donna italiana ad andare nello Spazio
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – L’astronauta italiana Samantha Cristoforetti torna nello Spazio con una nuova missione a bordo della Stazione spaziale internazionale (Iss).

I dettagli saranno forniti nel corso di una conferenza stampa dell’Agenzia spaziale europea (Esa), al cui corpo appartiene Cristoforetti, mercoledì 3 marzo alle 11. Sarà la sua seconda esperienza in orbita: Cristoforetti, nel 2014, fu protagonista della missione ‘Futura’ dell’Agenzia spaziale italiana (Asi), grazie a cui divenne la prima donna italiana ad andare nello Spazio: trascorse 200 giorni in orbita in veste di ingegnera di volo.

La Stazione Spaziale Internazionale è “l’avamposto dell’umanità nello spazio. Si tratta di una meraviglia ingegneristica, un luogo di cooperazione internazionale pacifica e fruttuosa, un laboratorio interdisciplinare dedicato alla scienza in ambiente di microgravità – spiega Cristoforetti- È il nostro primo passo verso una presenza umana continua nello spazio. Nel prepararci al prossimo passo di questo decennio, che prevede un’infrastruttura umana permanente nell’orbita lunare, sono emozionata e onorata di tornare sulla Stazione Spaziale Internazionale, la mia casa lontano da casa”.

L’esperienza di ‘Astrosamantha’ in Germania

Cristoforetti ha lavorato presso il Centro Astronauti Europeo dell’Esa (Eac) a Colonia, in Germania, dove ha guidato il team ‘Spaceship Eac’, formato da studenti e studentesse e giovani professionisti e professioniste al lavoro sulle sfide tecnologiche delle future missioni lunari. È stata poi rappresentante degli astronauti nel progetto Gateway per realizzare una stazione spaziale nell’orbita lunare e nel 2019 è stata comandante di Neemo23 (Nasa’s 23rd Extreme Environment Mission Operations), una missione di dieci giorni nell’unica stazione di ricerca sottomarina al mondo, la Aquarius.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Redazione Diregiovani
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it