Sono un professore del liceo e la dad mi ha veramente messo in difficoltà…

Cari Esperti,
sono un professore del liceo e la dad mi ha veramente messo in difficoltà. Non riesco a trovare più la forza per affrontare la giornata e di conseguenza non riesco a fare bene il mio lavoro. Dopo tanti anni di insegnamento questa volta ho paura di non riuscire più a proseguire e sono molto preoccupato. Mi hanno consigliato di parlare con uno psicologo, per questo vi ho scritto. Spero che possiate aiutarmi.

Anonimo


Caro professore,
quella che stiamo vivendo purtroppo è una situazione fuori dall’ordinario che sta mettendo tutti a dura prova. Non conosciamo bene  la tua storia ed il periodo che stai vivendo, ma per prima cosa sentiamo di dirti che il momento storico che la nostra società sta attraversando legato alla pandemia ha influito sull’organizzazione della vita e toccato profondamente le corde emotive e le paure recondite di tutti.  
Talvolta emozioni, ansie ed angosce molto forti possono arrivare a desensibilizzare la persona che conseguentemente non riesce a percepire in modo chiaro il proprio sentire.
Un dato oggettivo è che in questo particolare periodo storico, fare scuola a distanza è davvero complesso. Gli insegnanti sono stati chiamati a mantenere viva la relazione con i ragazzi attraverso mezzi diversi da quelli che erano abituati ad utilizzare, e questo può far sentire tristi e affaticati. Tanti raccontano la fatica, le preoccupazioni e la tristezza dovuta alla situazione di pandemia e alle difficoltà lavorative. Tanti ci raccontano quanto sia difficile vivere con entusiasmo la vita scolastica, e nonostante amino il proprio lavoro si sentono con poche risorse, proprio come scrivi tu.
E’ un momento molto complesso e difficile, e proprio per questo è importante cercare di mantenersi lucidi e di gestire il più possibile i pensieri negativi che inevitabilmente arrivano.
Per far questo è necessario dare uno spazio alla preoccupazione ma non farsi assalire, e quindi bisogna allenarsi a dare uno spazio anche a pensieri più positivi e di speranza, a progetti ed organizzazioni.
E’ importante conservare la speranza, ad esempio ricordandosi che è una fase temporanea. 
Prova a far chiarezza sui motivi di questo malessere ma non aver paura di chiedere un supporto psicologico, sicuramente potrai trarne beneficio in prima persona ed anche nel tuo lavoro.
Il fatto di aver deciso di contattarci è già un primo passo importante, coglilo come un’opportunità, una possibilità di ricalibrare il tiro e capire cosa è possibile cambiare, quali strategie è possibile attivare per stare meglio e guardare le cose con più fiducia.

A volte la paura di chiedere aiuto può bloccare ulteriormente e magari trascinare nel tempo una situazione che può avere buone possibilità di risolversi con un semplice sostegno esterno. 

Un caro saluto 

5 Marzo 2021