Sto scoprendo la sessualità e ho parecchi dubbi che vorrei chiarire…

Gentili esperti,
sto scoprendo la sessualità e ho parecchi dubbi che pian piano vorrei chiarire. Mi farebbe piacere deste risposta a queste domande, chiedo scusa se sono molto meticolose.
1) se la mia ragazza mette l’anello, possiamo scongiurare gravidanze indesiderate pur se evito il profilattico? So che non sarei coperto per le mst, ma il profilattico mi fa perdere sensibilità e neanche l’andrologo sa cosa consigliarmi. Lei vorrebbe farlo senza, io sto cercando di capire se posso proteggermi in altro modo e sono un po’ preoccupato.
2) dopo l’assunzione della pdgd, quanto tempo deve passare prima di poter mettere l’anello? Dipende per caso dal ciclo?
3) una volta messo l’anello, è subito possibile avere rapporti e con quali accortezze?
4) è alto il rischio che l’anello non faccia il suo dovere in caso di eiaculazione interna senza profilattico?
5) se la donna assume contraccettivi ormonali (pillola o anello), può avere serenamente rapporti anche nei giorni fertili? Oppure i rischi di rimanere incinta sono inalterati?
6) ho letto diverse opinioni sui cosiddetti giorni fertili in una donna col ciclo regolare: ipotizzando che l’ovulazione avvenga il 14esimo giorno, qual è il periodo davvero pericoloso? Il sesto può definirsi a rischio? Grazie.

Anonimo


Caro Anonimo,
hai fatto bene a chiedere maggiori chiarimenti, solo le giuste informazioni permettono di arginare e contenere ansie e paure.
In merito al tuo primo quesito se non vi sono dimenticanze o eventi che danneggiano l’anello è possibile avere rapporti non protetti da preservativo senza incorrere in rischi per una gravidanza. L’anello vaginale è un contraccettivo ormonale ad uso vaginale ed è sicuro come la pillola perché ha lo stesso meccanismo d’azione cioè: inibisce l’ovulazione, ispessisce il muco cervicale, rende inagibile la mucosa uterina all’annidamento. Se correttamente utilizzato, l’efficacia contraccettiva è molto elevata.
Non vi sono rischi qualora vi sia una eiaculazione interna, anche durante il periodo fertile della donna che solitamente oscilla tra l’11° e il 18° giorno in un ciclo regolare. Va specificato che quando si utilizzano i contraccettivi ormonali (pillola, anello, cerotto), il ciclo viene indotto dall’apporto ormonale introdotto inibendo il periodo fertile. 

Durante i rapporti sessuali l’anello anticoncezionale viene lasciato nella sua posizione all’interno della vagina e solitamente non genera alcuna scomodità; anzi, molto spesso nessuno dei due partner si accorge della sua presenza.
E’ chiaro che solo il preservativo può proteggere dalle malattie sessualmente trasmissibili. Immaginiamo tu abbia già provato anche i condom ultra sottili.
Per quanto riguarda la pdgd va sottolineato che è una contraccezione di emergenza e deve essere utilizzata in situazioni a rischio sempre meglio dopo un confronto con il ginecologo. Questo perchè è un farmaco a tutti gli effetti e può destabilizzare l’organismo. E’ sempre bene mantenere la solita regolarità dell’anello, con le 3 settimane e 1 settimana di intervallo. Passati i 7 giorni di intervallo va rimesso l’anello indipendentemente dalla comparsa o meno del ciclo. In questi casi è sempre bene confrontarsi con il proprio ginecologo che conoscendo l’anamnesi dettagliata della tua ragazza saprà darle una risposta più personalizzata.
Speriamo di essere stati di aiuto torna a scriverci qualora avessi altri dubbi.
Un caro saluto!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it