Leopardo delle nevi, censiti oltre 900 esemplari in Mongolia

Il WWF-Mongolia pubblica i risultati della sua prima indagine nazionale sulla specie
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

È conosciuto come il “fantasma delle montagne” per la sua incredibile capacità di sfuggire e mimetizzarsi ed è un indicatore importantissimo della salute di un ecosistema. Grazie alla prima indagine sulla specie in Mongolia, sono stati censiti circa 953 (la stima è fra gli 806 e i 1127 individui) leopardi delle nevi adulti nel Paese. La presenza di una popolazione sana di questo grande felino dimostra quindi che gli ecosistemi di alta montagna sono ben conservati: un punto fondamentale perché questi sono fonte di acqua per milioni di persone a valle.

A portare avanti questo censimento è stato il WWF-Mongolia, che insieme a Snow Leopard Conservation Foundation, Snow Leopard Trust, Irbis Mongolia Center – e con il sostegno del Ministero dell’Ambiente e del Turismo della Mongolia- ha completato con successo uno studio su tutto l’habitat della specie.

Il censimento del leopardo delle nevi

Questa ricerca, iniziata nel 2017, è stata possibile grazie a più di 40 spedizioni sul campo, che hanno coinvolto oltre 500 persone: ricercatori delle organizzazioni partner, l’Università Nazionale della Mongolia e l’Accademia Mongola delle Scienze, ranger delle aree protette statali, ma anche semplici cittadini.

Nel corso dello studio, 15 leopardi delle nevi sono stati dotati di radio collare per permetterne il monitoraggio da parte degli esperti e sono state posizionate ben 1.475 foto trappole su 29 montagne, fornendo importanti prove fotografiche della presenza di questi elusivi grandi felini, in tutto il loro habitat.

Alla fine dell’indagine, è stato stimato che in Mongolia vivono circa 953 leopardi delle nevi adulti, distribuiti su circa 328.900 km quadrati nell’area dell’Altai – Sayan e Khangai Mountains.

Il leopardo delle nevi

Complessivamente, all’interno dell’areale della specie che si estende lungo le principali catene montuose dell’Asia e che abbraccia 12 stati, si stimano da 3.920 a 6.930 leopardi delle nevi. Nel 2017, il Global Snow Leopard and Ecosystem Protection Program e 12 governi e partner nell’areale del leopardo delle nevi si sono riuniti e impegnati a stimare lo stato della popolazione di questo felino minacciato nei successivi 5 anni. In precedenza, nel 2016, il Bhutan è stato il primo paese a completare un’indagine a livello nazionale, seguito da una valutazione su larga scala in Russia.

L’indagine nazionale della Mongolia è in linea con l’impegno globale e rappresenta un punto di riferimento per valutare la dimensione della popolazione del leopardo delle nevi in altri paesi.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Gloria Marinelli
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it