Lezioni di cinema al Pomilio di Chieti

Un progetto sviluppato con agenzia Dire e Diregiovani

ROMA – Le telecamere dei loro smartphone sono sempre accese per scattare foto e girare i brevi video che pubblicano su Instagram. Ma per gli studenti italiani, le tecniche del cinema e della fotografia sono per lo più sconosciute. Per potenziare le competenze multimediali, è nato ‘A scuola di cinema’, il laboratorio di tecnica e linguaggio audiovisivo sbarcato all’istituto ‘Pomilio’ di Chieti.

Questa mattina si è concluso il ciclo di lezioni portate avanti con un gruppo di studenti per la realizzazione di videoclip, spot, promo, eventi dal vivo e produzioni di corti cinematografici. Tra tecniche di ripresa, montaggi video, effetti luminosi e segreti del mestiere, Alessio Saglio, docente di riprese, ha condotto i ragazzi e le ragazze in un vero e proprio backstage nel mondo del cinema.

“Capire le tecniche è importante per realizzare un video ma anche per rendersi conto che non tutto quello che vediamo è vero”, ha spiegato agli studenti mostrando scene notturne illuminate e volti che assumono sembianze diverse. Ora, concluse le lezioni, saranno i giovani registi a mettersi alla prova con un breve video registrato con i loro smartphone. Ragazzi e ragazze potranno quindi esprimersi attraverso le immagini, per stimolare la creatività e far emergere il loro punto di vista.

Sarà l’agenzia di stampa Dire e diregiovani.it, partner del progetto, a raccontare i progetti degli studenti e sponsorizzare i temi trattati per raggiungere i giovani di tutta Italia. Chiuse le sale cinematografiche, il mondo del cinema torna quindi ad accendersi nelle case degli studenti italiani, grazie a un progetto che vuole stimolare l’immaginazione proprio nel momento in cui, a causa delle chiusure, i ragazzi non hanno la possibilità di uscire e osservare il mondo esterno.

2021-03-23T13:03:41+01:00