Ho iniziato a frequentare dei gruppi di dipendenti affettivi…

Ciao esperti ho avuto una storia di qualche anno con un ragazzo, poi finita perché lui faceva uso di cocaina e mentiva continuamente su questa cosa quindi io ho smesso di fidarmi di lui e ogni volta che usciva con i suoi amici era un incubo fatto di ansia paura e controllo e mille mille bugie. Non pensavo che quella cosa facesse diventare le persone così bugiarde e meschine. Poi ho iniziato a frequentare dei gruppi di dipendenti affettivi come consigliato dalla mamma della mia migliore amica alla quale racconto sempre tutto. Così ho capito che c’erano molte persone come me nella mia situazione che avevano delle storie brutte alle spalle e che non riuscivano ad uscirne. Comunque alla fine ho incontrato un’altra persona e ci stavo bene ed ero felice, con tanto dolore e fatica ho lasciato il mio ex, ma che succede…lo incontro per caso ad una cena da amici, beviamo ci ubriachiamo e andiamo a letto insieme. Adesso ho paura mi sento confusa e triste e spaventata. Ho tradito il mio ragazzo con il mio ex che avevo tradito col mio attuale ragazzo! Sembra un rebus o uno scherzo? Che persona sono? Scusate lo sfogo anzi grazie per ascoltarmi sempre…

Anya


Cara Anya, 
sicuramente dal tuo racconto emerge tutta la confusione del momento. Sei una ragazza che si è messa in discussione, che attraverso la consapevolezza dei propri bisogni e dei propri atteggiamenti ha cercato di costruire rapporti più autentici con te stessa e con gli altri.
E non sempre è un passaggio automatico, denota un grande coraggio.

Questa intraprendenza non necessariamente ci mette al riparo da eventuali errori, soprattutto quando ci sono relazioni così travagliate e complesse dove centrale sembra essere un fattore autodistruttivo.
Non è questo il momento di cadere in un tunnel di colpevolizzazioni o svalutazioni ma forse è importante fare chiarezza soprattutto suoi tuoi sentimenti.
Spesso in quelle che vengono definite relazioni tossiche, prevale un bisogno incondizionato di cercarsi, nonostante questo implichi danneggiare equilibri e relazioni stabili. Non sarà quindi centrale assumersi le proprie responsabilità ma anche capire cosa sta succedendo in te.
Forse questo episodio deve spingerti a riflettere di più sulle tue consapevolezze e bisogni. Potrebbe essere utile quindi riprendere un percorso di sostegno psicologico magari individuale che ti permette di mettere al centro il tuo sentire.
Torna a scrivere se ne sentissi il bisogno.
Un caro saluto! 

2021-08-05T13:55:58+02:00