Gli effetti dell’ora legale: sei gufo o allodola?

Ecco come superare la mancanza di sonno
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Un’ora in meno di riposo può avere effetti sul nostro benessere?
Da oggi è in vigore l’ora legale, e le lancette dell’orologio sono andate avanti di 60 minuti, togliendoci un po’ di sonno.

Gli effetti negativi dell’ora legale

Diversi studi hanno dimostrato che nei giorni successivi al passaggio da ora solare a legale e viceversa, può avvenire l’effetto “jet-lag”, ossia qualche disturbo dovuto all’alterazione sonno-veglia. Tra i sintomi più comuni stanchezza, sonnolenza diurna, modificazione dell’appetito, emicrania, riduzione dell’attenzione e della vigilanza e alterazioni dell’umore.

Gufo o allodola?

Si indicano come “gufi” le persone serotine che prediligono coricarsi alle ore piccole, mentre con “allodole”, i mattutini che amano godersi le prime ore di luce del giorno.
L’ora legale può rappresentare un problema per entrambe le tipologie.
Per combattere il malessere, gli esperti consigliano di mantenere uno stile alimentare fatto di pasti leggeri, evitare spuntini di mezzanotte, cercare di fare attività mattutina e limitare assunzione di bevande alcoliche.

Gli effetti positivi dell’ora legale

Dopo il Solstizio d’Inverno di dicembre si ha un cambio di rotta: le giornate iniziano ad allungarsi fino a raggiungere il culmine a giugno con il Solstizio d’Estate.

Portare avanti di un’ora le giornate in primavera significa sfruttare al meglio la luce naturale e diminuire ai limiti del possibile il consumo elettrico.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Gloria Marinelli
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it