Terminato ad Amsterdam il murales mangia smog della street artist JDL

'Diversity in Bureaucracy' è stato presentato al pubblico internazionale. L'opera è promossa dalla no-profit italiana Yourban2030

Roma – Vi avevamo già parlato (QUI) di Diversity in Bureaucracy, il murales mangia-smog su Leidseplein, in Amsterdam-Centrum, a cui stava lavorando la street Artist JDL.

L’opera finita è stata presentata ieri, 28 marzo, al pubblico internazionale.

IL MURALES CON LA DANZATRICE SURINAMESE

Diversity in Bureaucracy rappresenta una danzatrice surinamese che balla in un vortice di documenti amministrativi del Comune di Amsterdam. Con il murale, JDL pone l’attenzione su temi come lo stare insieme, la disuguaglianza di classe e la burocrazia. Da qui il titolo: Diversità nella burocrazia.

JDL RACCONTA DIVERSITY IN BUREAUCRACY

“Questo è stato l’anno di Black Lives Matter. Ho visto il documentario Classes, sulle (dis)pari opportunità nell’istruzione, è così aumentata la mia consapevolezza della disuguaglianza nei Paesi Bassi, e da qui è nata l’idea di Diversity in BureaucracyQuesto è uno dei primi murales nei Paesi Bassi realizzati con una vernice mangia-smog. Con quest’opera compenseremo le emissioni di quindici auto ogni giorno, per dieci anni. Quando la luce solare riflette sulla vernice, si verifica una reazione chimica.  Le sostanze più inquinanti vengono neutralizzate e trasformate in sali innocui, che possono essere lavati via dalla pioggia. Se posso fare arte e quindi anche purificare l’aria, allora non posso che esserne molto felice”.

YOURBAN2030

A promuovere l’opera è Yourban2030, la no profit nata in Italia con l’obiettivo di coniugare i punti dell’Agenda 2030 con l’Arte, la valorizzazione del territorio, nuove tecnologie e nuove visioni di imprenditoria, basata sulla responsabilità sociale.

2021-03-29T13:54:36+02:00