Amici 20, Leonardo parla dell’eliminazione: “Mi è dispiaciuto tanto uscire”

Anche il suo amico Ermal Meta ha commentato la sua uscita dal programma

“Mi è dispiaciuto tanto uscire e lasciare tutti quei matti da soli senza nessuno che facesse più la spesa ( ahaha ) ma, prima o poi, sarebbe accaduto comunque”. Così Leonardo Lamacchia, in un post su Instagram, rompe il silenzio dopo la sua eliminazione da Amici 20.
Il cantante pugliese è stato mandato al ballottaggio nel secondo serale del talent, perdendo la sfida contro Aka7even.
La sua uscita ha causato scompiglio fuori dal programma, lasciando i suoi numerosi fan con l’amaro in bocca.

Ma per Leonardo “La vita è un divenire di cose, un flusso di persone ed esperienze che ti forgiano e ti cambiano, questa volta sicuramente in meglio!”, si legge su Instagram.
“Ci tengo a ringraziare tutti, dal primo all’ultimo!”, prosegue. “In primis Maria, una donna unica nel suo genere di un’umanità disarmante; tutta la redazione, i vocal coach e i miei compagni di avventura. Ho lasciato alla fine tutti voi che mi state seguendo e state ascoltando la mia musica, mi state scrivendo in tantissimi e piano piano spero di poter rispondere a tutti! Grazie per tutto ragazzi. Ci vedremo presto, I promise! ❤️ ‘Un cuore da solo non ci può bastare'”.

Ermal Meta: “Eri il più bravo”

Anche Ermal Meta ha commentato l’eliminazione di Leonardo. Il cantautore ha scritto un lungo post sui social, spendendo bellissime parole dopo l’uscita dal programma del suo amico.

“Caro amico mio, non ho mai interferito con il tuo percorso ad #amici20, non l’ho mai commentato e mai ne ho parlato. Non l’ho fatto perché non volevo che si dicesse che ti avessi raccomandato o quelle cattiverie che solitamente leggiamo dai tuttologi del web. Insomma non volevo che qualcuno avesse un motivo, seppure stupido, per odiarti. Questo perché ho guardato dentro al tuo cuore e ho visto la purezza che ha. Il tuo percorso la dentro è stato come fuori: è stato vero. Tu sei vero. Ho letto un commento in cui ammiravano le tue mani e mi è venuto da sorridere. “Quelle sono le mani di un sognatore” ho pensato, “sapeste quanta terra e parole hanno dovuto scavare”. Pochi minuti dopo sei uscito. Ti ho visto piangere e non credevo che mi avrebbe fatto quell’effetto perché la mia spalla l’hai usata diverse volte per lo stesso scopo, ma questa è stata diversa. Ha un po’ spezzato anche me. So cosa significhi per te la musica e so quanta merda hai dovuto affrontare, ma so anche che non sei uno che si arrende facilmente. Un mio amico dice “serve un sogno per sconfiggere un sognatore”. Questo sogno ti ha sconfitto, ma tu ne puoi fare un altro e poi un altro e poi un altro ancora. Ci vediamo fuori amico mio.Ermal

P.S. La dentro eri il più bravo”.

2021-03-30T11:11:10+02:00