Aurora Ramazzotti vittima di ‘cat calling’: ‘Chi lo fa mi fa schifo’

L'inviata delle Iene affida a una stories di Instagram il suo sfogo dovuto ad una serie di 'molestie verbali' ricevute mentre faceva jogging
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Fischi, sguardi, gesti. Apprezzamenti non richiesti che spesso ci troviamo a subire nel quotidiano senza poterli evitare e che rientrano nella parola ‘Cat calling‘. A parlarne è stata ieri  Aurora Ramazzotti, che a Instagram ha affidato il suo sfogo dopo aver terminato una sessione di jogging: “Possibile che nel 2021 succeda ancora di frequente il fenomeno del catcalling? – ha detto la ragazza – Sono l’unica che ne è vittima costantemente nonostante mi vesta da maschiaccio? Non appena mi metto una gonna o, come in questo caso, appena mi tolgo la giacca sportiva, perché sto correndo e fa caldo, devo subire fischi e commenti sessisti e altre schifezze”. Aurora poi ha concluso: “A me fa schifo. Se sei una persona che lo fa, sappi che fai schifo”. L’inviata ha poi lasciato ai suoi follower la definizione di catcalling. 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Sausan Khalil
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it