Il computer commerciale compie 70 anni: 10 curiosità sull’invenzione che ha fatto la storia

Un anniversario storico per celebrare un’invenzione che ha cambiato il mondo

Grande quanto un armadio, pesante 13 tonnellate e con un prezzo che si aggirava tra i 1,25 e 1,5 milioni di dollari. Sono questi alcuni degli aspetti più curiosi di UNIVAC I (Universal Automatic Computer I), il primo computer commerciale della storia.

Consegnato all’United States Census Bureau il 31 marzo 1951 dagli ingegneri J. Presper Eckert e John Mauchly, con lo scopo di monitorare il “baby boom” nell’America dei primi Anni 50, fu messo in funzione solo qualche mese dopo, il 14 giugno dello stesso anno. Successivamente vennero vendute 46 unità ad alcune società e al governo USA: oltre all’ufficio dei censimenti americano, l’UNIVAC I fu acquisito da General Electric, società privata che lo impiegò nella sua fabbrica di elettrodomestici di Louisville per la gestione dei libri paga dell’azienda e per il sistema di controllo degli inventari dei magazzini.

Rivoluzione informatica

Fu una rivoluzione: per la prima volta nella storia un computer venne usato per l’elaborazione dei dati, e non solo per equazioni e calcoli complessi, funzione principale fino a quel momento.
70 anni dopo, il computer è parte integrante della vita di tutti noi, un’invenzione che ha cambiato il mondo e lo trasforma ancora oggi.

“In 70 anni la tecnologia ha fatto enormi passi avanti. L’UNIVAC I è stato sicuramente il precursore di questo movimento che oggi è fondamentale per gestire l’operatività delle grandi aziende del settore pubblico e privato“, afferma Stefano Musso, CEO di Primeur, multinazionale italiana specializzata in Data Integration.

10 curiosità sul primo computer della storia

  1. J. Presper Eckert e John Mauchly finirono sull’orlo della bancarotta, poiché il finanziamento del Census Bureau fu soltanto di $400,000 e il costo totale di progettazione e costruzione dell’UNIVAC I arrivò a sfiorare 1 milione di dollari.
  2. Il prezzo di vendita del primo computer commerciale si aggirò intorno a 1,25 e 1,5 milioni di dollari.
  3. Fu utilizzato la prima volta dall’United States Census Bureau per monitorare il baby boom, ovvero il sostanziale aumento demografico che si verificò in America negli anni Cinquanta.
  4. General Electric fu la prima azienda privata ad utilizzare l’UNIVAC I per la gestione dei libri paga e per il sistema di controllo degli inventari dei magazzini della fabbrica di elettrodomestici.
  5. Fu il primo computer nella storia a prevedere la vittoria alle elezioni presidenziali. Il 4 novembre 1952 assegnò la vittoria al Presidente Dwight D. Eisenhower con un margine di errore dell’1%.
  6. UNIVAC I fu il primo computer nella storia ad essere utilizzato per l’elaborazione dei dati, in grado di immagazzinare sia numeri che lettere in modo automatico.
  7. Era composto da 5200 valvole tubolari, tutte installate nel processore.
  8. Pesava 13 tonnellate, consumava 125 kW e funzionava alla velocità di 2.25 MHz.
  9. Era in grado di effettuare 455 moltiplicazioni per secondo e poteva immagazzinare fino a 1000 stringhe nella memoria al mercurio.
  10. Ogni elemento della memoria poteva contenere due istruzioni, un numero a 11 cifre e segni o 12 caratteri alfabetici.
2021-04-01T16:47:08+02:00